Sabato alla Certosa inaugurazione della mostra "Regno dei possibili, invisibili" di Amalia del Ponte

  Dopodomani, sabato 26 giugno, alle ore 18, all'isola della Certosa sarà inaugurata la mostra dell'artista Amalia Del Ponte "Regno dei possibili, invisibili" che resterà aperta fino al 26 settembre. Alla mostra organizzata dall'Istituzione Parco della Laguna del Comune di Venezia, hanno collaborato anche il Polo Nautico Vento di Venezia e Tesori di Venezia.
 
    In una nota introduttiva del catalogo si legge: "La scienza ci svela continuamente nuovi paesaggi, che rimangono separati, sconosciuti, possono essere invece i nuovi riferimenti e far parte integrante del pensiero comune e arricchire così la nostra memoria. Il ruolo dell'arte è proprio quello di far sì che la visione scientifica penetri in profondità nella psiche, diventando parte integrante del suo bagaglio tanto quanto quella primaria concezione del mondo che gli deriva dai cinque sensi."
   
    Amalia Del Ponte è stata allieva di Marino Marini all'Accademia di Belle Arti di Brera. Nei primi anni Sessanta ha indirizzato la propria ricerca sul vuoto e sulla struttura della materia; nel 1985 inizia una ricerca sul rapporto tra la forma delle pietre e il suono. Ha partecipato alla Biennale di Venezia nel 1986, curata da Arturo Schwarz, e nel 1995 ha allestito una sala personale ai Giardini, presentata da Gillo Dorfles. Negli ultimi anni si è occupata di nanotecnologia, gnomonica, realizzando brevi filmati presentati quest'anno alla Fondazione Arnaldo Pomodoro.

    Per raggiungere l'isola della Certosa: vaporetto Actv Linea 41 da Piazzale Roma e da San Zaccaria; linea 42 da Fondamente Nuove, fermata Certosa su richiesta. Per ulteriori notizie: http://www.parcolagunavenezia.it/show_img.php?id=34133.

La presenza degli operatori dell'informazione sarà particolarmente gradita.

Con cortese richiesta di pubblicazione / diffusione, possibilmente ripetuta.


Venezia 24 giugno 2010 / mc / a

 

 

Attenzione: la pagina potrebbe avere contenuti non aggiornati


Questa pagina riporta informazioni provenienti dall'archivio del sito precedente.
I contenuti potrebbero non essere aggiornati.

Città di Venezia

Recapiti e contatti

Seguici e condividi su