Modalità pagamento sanzioni

Pagamento su accertamento di violazione

L'accertamento di violazione (l'avviso trovato sul parabrezza dell'auto) non costituisce contestazione o notificazione di un verbale, ma può essere considerato l'inizio del procedimento sanzionatorio a carico del proprietario del veicolo.
Questo avviso può essere pagato, entro 5 giorni dalla data di accertamento senza aggravio di spese nella misura del minimo edittale ridotta del 30%. Trascorso tale termine il verbale verrà notificato alla residenza del proprietario del veicolo, con aggiunta delle spese di procedura (euro 10,00) e le spese di notifica (euro 6,80).
Avverso l'accertamento di violazione non è possibile proporre ricorso che sarà proponibile solamente dopo la notifica del verbale.

Prima di effettuare il pagamento è necessario verificare che i dati riportati sull'avviso di violazione corrispondano: data dell'accertamento, targa e tipo dell'autovettura.

 

Le modalità di pagamento sono:

  • Tramite Internet collegandosi al sito http://www.egov.comune.venezia.it Il pagamento può essere effettuato solamente con carta di credito Moneta, Visa, EC/MasterCard o JCB cards e un indirizzo di posta elettronica.
  • Presso una Tabaccheria/Ricevitoria del lotto convenzionata indicando i seguenti dati: numero di codice del comune di Venezia 027042, numero dell'avviso di accertamento, data dell'avviso e targa del veicolo.
  • Presso un Ufficio Postale utilizzando il bollettino postale allegato all'avviso o, in caso di smarrimento, compilandone uno in bianco intestandolo a: Comune di Venezia - Polizia municipale - Proventi Contravv., numero conto 15633308 e indicando nella causale il numero dell'avviso di violazione, la data dell'avviso e il numero di targa.
  • tramite bonifico bancario (con valuta compensata o comunque con data valuta a favore del beneficiario entro i termini di legge) sul conto corrente postale dedicato intestato al Comune di Venezia Polizia Municipale IBAN: IT12-V076-0102-0000-0001-5633-308 (per operatività estera BIC :  BPPIITRRXXX) indicando obbligatoriamente nella causale il numero del verbale di accertamento.

Scaduto il termine di 5 giorni non è più possibile pagare la sanzione ma si dovrà attendere la notifica del verbale al proprietario del veicolo.

 
 

Pagamento su verbale notificato o contestato direttamente sul posto

Verbale notificato tramite servizio postale

Verbale notificato tramite servizio postale

 

Verbale contestato sul posto

Verbale contestato sul posto o notificato al proprietario/conducente mediante servizio postale

 
 

Quando il verbale è notificato tramite posta o contestato direttamente da parte dell'agente operante può essere pagato dal 1° al 5° giorno in misura ridotta con lo sconto del 30%, dal 6° al 60° giorno dalla notifica per una somma pari al minimo della sanzione prevista, devono essere aggiunte le spese di notifica (euro 6,80) e le spese di procedura (euro 10,00), se indicate. Le modalità di pagamento sono le stesse dell'accertamento di violazione, descritte nel paragrafo precedente, ad  esclusione delle Tabaccherie/Ricevitorie del Lotto.

 

ATTENZIONE: per tutte le violazioni del Codice della Strada che prevedono la decurtazione dei punti sulla patente con la notifica del verbale viene inviato anche il modulo per la comunicazioni dei dati del conducente ai sensi dell'art. 126 bis comma 2 del Codice della Strada.
Il modulo deve essere inviato a mezzo raccomandata RR, fax o Pec entro 60 giorni dalla notifica del verbale.
La mancata comunicazione comporterà l'applicazione della sanzione prevista dall'art. 126 bis dela Codice della Strada per un importo da € 292,00 a € 1.168,00.
 

 

Per aver informazione circa la possibilità di chiedere il pagamento rateale delle sanzioni clicca qui

 

Sempre nel termine di 60 giorni dalla data di notifica del verbale, se non è stato effettuato il pagamento in misura ridotta, può essere proposto ricorso al Prefetto o in alternativa entro 30 giorni dalla notifica del verbale al Giudice di Pace.