PUMAS

 

Pianificare una mobilità urbana e regionale sostenibile nello Spazio Alpino

logo progetto
 

Obiettivi del progetto

Il progetto PUMAS, coordinato dalla Città di Venezia, ha riunito 6 città europee – Venezia, Torino, Lione, Monaco, Nova Gorica, Vienna - con l’obiettivo di promuovere attivamente la mobilità sostenibile.
Lo Spazio Alpino, l’area interessata dal Progetto, è caratterizzato da uno sviluppo continuo dovuto all’aumento della circolazione di merci e passeggeri, che subisce l’impatto consistente del traffico di valico e di frontiera e di quello stagionale, causando disagi anche alle zone periferiche e rurali.
Il progetto PUMAS ha quindi voluto offrire delle possibili soluzioni comuni a queste problematiche attraverso lo sviluppo del concetto di Pianificazione della Mobilità Regionale-Urbana Sostenibile che la Commissione Europea sta promuovendo con forza dal 2011.
I Piani per la Mobilità Urbana Sostenibile (PUMS) sono strumenti di integrazione delle politiche di mobilità che coinvolgono attivamente i cittadini e gli attori locali con l’esplicito obiettivo di pianificare una mobilità sostenibile dal punto di vista sociale, economico e ambientale e di coordinare le istituzioni e tutti i livelli della pubblica amministrazione.

In particolare, il progetto PUMAS ha avuto l’obiettivo di:

  • promuovere i PUMS come nuovo paradigma della pianificazione della mobilità;
  • sviluppare, implementare e valutare 7 azioni dimostrative utilizzando la metodologia e gli strumenti dei PUMS;
  • creare buone pratiche e modelli validi a livello europeo;
  • migliorare la consapevolezza, lo scambio, il coordinamento e lo sviluppo dei piani della mobilità sostenibile a livello urbano e regionale attraverso una piattaforma web innovativa;
  • realizzare una “community dello Spazio Alpino” sui temi della mobilità sostenibile.
 

Nell’ambito di PUMAS, la Città di Venezia ha sviluppato il Progetto pilota “La mia Scuola va in classe A” sperimentando percorsi di progettazione partecipata utili a pianificare interventi sistematici nelle aree circostanti le scuole per migliorarne la sicurezza stradale e ambientale. Sei scuole primarie e secondarie di I grado sono state coinvolte nell’attuazione di interventi sperimentali a basso costo interamente definiti dalla comunità scolastica. Le attività locali sono state seguite da una “task force” composta da 34 persone di oltre 18 strutture diverse (uffici comunali, comunità scolastiche, università, associazioni di settore come FIAB e Legambiente, enti parastatali).

 

Partenariato

 

Durata progetto

36 mesi, da luglio 2012 a giugno 2015

Valore complessivo del progetto

2.650.751 Euro

Contributo della Commissione Europea

1.998.789 Euro

Entrate per il Comune di Venezia

775.997 Euro

Attenzione: la pagina potrebbe avere contenuti non aggiornati


Questa pagina riporta informazioni provenienti dall'archivio del sito precedente.
I contenuti potrebbero non essere aggiornati.

Città di Venezia

Recapiti e contatti

Seguici e condividi su