Bando di concorso per la locazione a canone calmierato - Chiuso -

Bando lavori a carico anno 2011



 

Bando di concorso per la locazione a canone calmierato (ai sensi della d.g.c.n.583 del 22/04/1999 e successive modifiche e integrazioni) di alloggi di proprietà comunale che necessitano di lavori di manutenzione ordinaria e straordinaria( ai sensi della deliberazione di G.C n.279 del 9/6/2011, pubblicata in data 6/7/2011).

Il Comune di Venezia indice il presente Bando di concorso valido per la locazione a canone calmierato di alloggi di proprietà comunale che necessitano di lavori di ordinaria e straordinaria manutenzione. A fronte della spesa sostenuta, il canone di locazione non sarà versato fino alla concorrenza complessiva  di tale somma. Solo all'avvenuto integrale scomputo delle spese sostenute, l'inquilino comincerà a versare il canone di locazione.


Possono presentare domanda di partecipazione i soggetti che risultino in possesso di tutti i seguenti requisiti:

 
a) Cittadinanza italiana o di uno stato aderente all'unione europea. Il cittadino di altri stati è ammesso se tale diritto è riconosciuto, in condizioni di reciprocità, da convenzioni o trattati internazionali;
b) Residenza anagrafica o attività lavorativa esclusiva o principale nel Comune di Venezia da almeno 4 anni consecutivi alla data di pubblicazione del Bando oppure di almeno 5 anni negli ultimi 8 anni dalla data di pubblicazione del Bando senza vincolo di consecutività;
c) Assenza di precedenti finanziamenti agevolati in qualunque forma concessi dallo Stato e da enti pubblici per l'acquisto di prima casa, sempre che l'alloggio non sia inutilizzabile o distrutto senza dar luogo al risarcimento del danno;
d) Non aver ceduto in tutto o in parte, fuori dai casi previsti dalla legge, l'alloggio E.R.P. eventualmente assegnato in precedenza in qualsiasi forma o sublocato l'alloggio o mutato la condizione d'uso dello stesso;
e) Non titolarità di diritti di proprietà, usufrutto, uso e abitazione su alloggio/i o parti di essi per i quali il 6% del valore catastale complessivo sia superiore al 50% di una pensione minima I.N.P.S. per l'anno 2011 pari ad Euro 5.760,56, ubicato in qualsiasi comune del territorio nazionale;
f) Aver estinto alla data di presentazione della domanda eventuali morosità pregresse dovute a titolo di indennità di occupazione di alloggi di edilizia pubblica;
g) Reddito annuo complessivo fiscale del nucleo familiare non superiore ad euro 71061,00 (triplo limite ERP) convenzionali. Tale limite di reddito vigente è stato rivalutato per il 2010 sulla base della variazione assoluta dell'indice ISTAT dei prezzi ai sensi dell'art. 21 della legge 5 agosto 1978, n. 457 e successive modifiche ed integrazioni. Ai fini del calcolo del reddito convenzionale i redditi da lavoro dipendente godono di un abbattimento del 40%. Per reddito annuo complessivo fiscale del nucleo familiare si intende la somma dei redditi di cui all'art. 8 del D.P.R. 22/12/86 n. 917 "Approvazione del Testo unico delle Imposte sui Redditi" e successive modificazioni, dedotti gli oneri di cui all'art. 10 del citato decreto (oneri deducibili) di tutti i componenti del nucleo stesso, quali risultino dall'ultima dichiarazione presentata (o dai modelli fiscali in possesso dei percettori di reddito). Qualora il nucleo familiare abbia un numero di componenti superiori a due, il reddito complessivo fiscale annuo del nucleo è ridotto di euro 516,46 per ogni componente oltre i due, sino ad un massimo di euro 3.098,74. La riduzione si applica anche per i figli a carico, oltre alla riduzione per gli stessi prevista dall'art. 21 della legge 5 agosto 1978 n° 457 (euro 516,46 per ogni figlio a carico).

NB.Nel caso di nuclei richiedenti composti da single, nubendi o conviventi more uxorio, l'accertamento del requisito economico si valuta con riferimento ai richiedenti l'alloggio che comporranno il nucleo familiare, prescindendo dai nuclei familiari di provenienza. I requisiti suddetti, e le condizioni che determineranno la posizione in graduatoria dovranno sussistere alla data di pubblicazione del Bando e permanere alla data di sottoscrizione del contratto. Con riferimento al punto VII dei requisiti, esso dovrà essere posseduto e certificato al momento della presentazione della domanda.

Il Bando sarà aperto a partire dal giorno 18/07/2011 fino al giorno  19/09/2011.
La domanda andrà redatta su apposito modulo, disponibile nel sito web del Comune di Venezia e, dal giorno 18/07/2011, presso:

- presso la sede dei Servizi Abitativi - Area Inquilinato e Politiche della Residenza - S. Croce, 353- Venezia;
- Sedi Centrali dell' U.R.P. di Venezia e di Mestre e sedi dell'U.R.P. nelle Municipalità di Favaro, Lido, Marghera Chirignago e Zelarino;


Saranno attivi inoltre dal lunedì a giovedì dalle ore 9.00 alle ore 12.00 i seguenti numeri telefonici per ottenere informazioni relative al bando di concorso;
- 041 - 2201351 - 041 - 2201326 - 041 - 2201329

I moduli delle domande dovranno essere compilati in ogni parte, sottoscritti a cura del richiedente e consegnati (muniti di documento di identità valido, o fotocopia non autenticata del documento di identità nel caso non fosse il richiedente a presentare la domanda) nelle giornate che vanno dal lunedì al giovedì, dalle ore 9.00 e alle ore 12.00, a partire dal giorno lunedì 18 Luglio 2011 e fino al giorno lunedì 19 settembre 2011 ai seguenti uffici:
- Venezia: Uffici Servizi Abitativi, Area Inquilinato e Politiche della Residenza (Santa Croce 353);


Il giorno lunedì 19 settembre 2011, ultimo giorno di apertura del bando, l'accoglimento delle domande si concluderà alle ore 13.00
.


In alternativa, il modulo di domanda potrà essere inviato a mezzo raccomandata A/R, (fa fede la data del timbro postale accettante) al Comune di Venezia - Servizi Abitativi - Area Inquilinato e Politiche della Residenza (S. Croce, 353), o presentato alle sedi del Protocollo Generale del Comune di Venezia (in entrambi i casi andrà allegata fotocopia non autenticata di documento di identità valido di colui che sottoscrive la domanda/dichiarazione sostitutiva).
E' possibile consegnare il modulo, oltre che nelle sedi centrali del Protocollo Comunale, anche presso gli Uffici Protocollo decentrati presso le Municipalità del Comune di Venezia.


Allegati alla DG_279