Bandi

Bando speciale per la locazione a canone calmierato di 11 alloggi al Lido di Venezia

E' indetto un Bando Speciale, approvato con Delibera di Giunta Comunale n. 629 del 20/11/09 per la locazione con contratti a canone calmierato (ai sensi della normativa comunale in materia - Deliberazione di G.C. n. 583 del 22.04.1999 e successive integrazioni) di 11 alloggi di proprietà comunale, siti al Lido di Venezia -Alberoni - via della Droma n. 49.

Il Bando sarà aperto a partire dal giorno27/11/09 fino al giorno 30/12/09


Possono presentare domanda di partecipazione i soggetti che, alla data di pubblicazione del presente Bando, non abbiano compiuto il 36° anno di età (requisito richiesto a tutti i componenti del nucleo) e risultino in possesso di tutti gli ulteriori requisiti

I -Cittadinanza italiana o di uno stato aderente all'unione europea. Il cittadino di altri stati è ammesso se tale diritto è riconosciuto, in condizioni di reciprocità, da convenzioni o trattati internazionali, e se è iscritto nelle apposite liste degli uffici provinciali del lavoro. Il requisito della reciprocità non è richiesto se il cittadino di altri stati svolge o ha svolto nel corso dell'anno precedente alla data di scadenza del presente Bando attività lavorativa in conformità alla normativa vigente

II - Non aver compiuto,  alla data di pubblicazione del bando, il 36° anno di età: tale requisito deve essere posseduto da tutti i componenti del nucleo III Residenza anagrafica o attività lavorativa esclusiva o principale nel comune di Venezia alla data di pubblicazione del Bando

IV - Non titolarità di diritti di proprietà, usufrutto, uso e abitazione su alloggio/i o parti di essi per i quali il 6% del valore catastale complessivo sia superiore al 50% di una pensione minima I.N.P.S. per l'anno 2008 pari ad Euro 5.760.56, ubicato in qualsiasi comune del territorio nazionale

V -Assenza di precedenti finanziamenti agevolati in qualunque forma concessi dallo Stato e da enti pubblici per l'acquisto di prima casa, sempre che l'alloggio non sia inutilizzabile o distrutto senza dar luogo al risarcimento del danno

VI - Non aver ceduto in tutto o in parte, fuori dai casi previsti dalla legge, l'alloggio E.R.P. eventualmente assegnato in precedenza in qualsiasi forma o sublocato l'alloggio o mutato la condizione d'uso dello stesso

VII - Non essere conduttori di alloggi di proprietà comunale o Ater o di altri enti pubblici

VIII - Aver estinto alla data di presentazione della domanda eventuali morosità pregresse dovute a titolo di indennità di occupazione di alloggi di edilizia pubblica

IX - Valore ISEEfsa (ISEE per il fondo sociale affitto) del nucleo familiare richiedente non inferiore ad € 9.665 e valore ISEE non superiore a € 25.000 (dichiarazione relativa ai redditi 2008)

X -
Valore del patrimonio mobiliare del nucleo familiare richiedente non superiore a Euro 50.000,00, al lordo della franchigia prevista dal D.Lgs. 109/98 come modificato dal D. Lgs. 130/2000, pari ad Euro 15.493,71

N.B. I requisiti dal punto IV al punto VIII  devono essere posseduti da tutti i componenti del nucleo familiare. Il requisito di cui al punto IV sussiste anche qualora l'alloggio sia inutilizzabile dal proprietario perché gravato da diritto di usufrutto, uso, abitazione a tempo indeterminato. Il requisito di cui al punto VIII dovrà essere dichiarato solo dai soggetti che si trovano nella condizione di occupante senza titolo di alloggio pubblico,  e dovrà sussistere ed essere certificato alla data di presentazione della domanda. Per quanto concerne il requisito di cui al punto IX si precisa che:
- Il limite minimo del valore ISEEfsa (relativo alla condizione di solvibilità del nucleo) è determinato in modo tale che l'incidenza percentuale del più basso canone di locazione annuo degli alloggi messi a bando non incida per più del 30% sul valore ISEEfsa stesso;
- il valore ISEEfsa si ricava dividendo l'ISEfsa per la scala di equivalenza. L'ISEfsa si ottiene moltiplicando l'ISEE per la scala di equivalenza e sommando la detrazione affitto indicata nell'attestazione ISEE

Copia integrale del bando e moduli di domanda sono disponibili presso i seguenti uffici:


Municipalità del Comune di Venezia:
(Lido-Pellestrina,Venezia-Murano-Burano, Favaro Veneto, Mestre-Carpenedo,Chirignago-Zelarino, Marghera)
dal lunedì al venerdì, dalle ore 9.00 alle ore 12.00;

Servizi Abitativi
- Area Inquilinato e Politiche della Residenza (S. Croce, 353)
dal lunedì al venerdì, dalle ore 9.00 alle ore 12.00;

Uffici URP di Venezia e Mestre
dal lunedì al venerdì dalle ore 9.00 alle ore 13.00, escluso il primo lunedì del mese.

Le domande, sottoscritte, debitamente compilate in ogni parte, e complete della documentazione richiesta, dovranno pervenire entro le ore 13.00 del giorno 30.12.2009 a cura del richiedente (munito di documento di identità valido, o fotocopia non autenticata del documento di identità, nel caso non fosse il richiedente a presentare la domanda), presso i seguenti uffici:
- Venezia: Uffici Servizi Abitativi, Area Inquilinato e Politiche della Residenza - Santa Croce 353;
- Lido: Sportello Politiche della Residenza presso gli Uffici U.R.P. del Lido - Via Vettor Pisani n. 10.

Le domande verranno ricevute dal lunedì al venerdì dalle ore 9.00 alle ore 12.00.
Il giorno 30/12/09 (ultimo giorno utile per presentare la domanda) i suddetti uffici rimarranno aperti dalle ore 9.00 alle ore 13.00.

Le domande potranno, inoltre, essere spedite a mezzo raccomandata A/R, (fa fede la data del timbro postale accettante) al Comune di Venezia - Servizi Abitativi - Area Inquilinato e Politiche della Residenza (S.Croce, 353) o essere presentate al Protocollo Generale del Comune di Venezia - sedi di Venezia e Mestre, secondo l'orario previsto di apertura al pubblico (in entrambi i casi andrà allegata fotocopia non autenticata di documento di identità valido di colui che sottoscrive la dichiarazione sostitutiva).