Mostra sui risultati

header "Il Lido in primo piano"

La mostra conclusiva del processo partecipativo, che rappresenta il percorso condotto, illustrando in modo sintetico il metodo, gli esiti e i materiali prodotti, è stata allestita lungo il perimetro di cantiere, lato Lungomare Guglielmo Marconi, in coincidenza con l'apertura della 70. Mostra Internazionale d'Arte Cinematografica.

Il processo partecipativo "il Lido in primo piano" ha coinvolto attivamente cittadini e associazioni del Lido di Venezia nella definizione del Piano di Recupero per la riqualificazione dell’area del Palazzo del Cinema e del Casinò del Lido di Venezia.

L’iniziativa, fortemente voluta dal Comune di Venezia e dalla Municipalità di Lido Pellestrina, si è svolta fra maggio e agosto 2013, attraverso uno sportello di ascolto, uno spazio web, incontri pubblici e laboratori per fare emergere le aspettative e le preoccupazioni, per raccogliere le conoscenze e le proposte, per discutere e condividere le linee del futuro sviluppo di questa parte dell’isola.

Due obiettivi principali sono stati posti a base del progetto di riqualificazione:
- dotare la Mostra del Cinema di spazi e strutture adeguate al ruolo internazionalmente riconosciuto alla manifestazione;
- garantire la possibilità di usare gli spazi e le strutture per tutto l’arco dell’anno, per attività compatibili con la vocazione culturale del sito.

Da questa occasione di confronto è emersa la volontà comune di restituire all’area la propria funzione centrale a servizio della Mostra d’Arte Cinematografica e di attività congressuali, ma anche di attività culturali, sociali e ricreative aperte ai cittadini.

foto mostra foto mostra
Tavole della mostra (16.08 MB).


Nel corso del processo partecipativo il Coordinamento delle Associazioni Ambientaliste del Lido, coadiuvato da un gruppo di professionisti, e altri professionisti lidensi hanno sviluppato e presentato diverse ipotesi progettuali a scala architettonica, coerenti con le proposte emerse dai laboratori, prevalentemente concentrate sul tema della ricomposizione dell'area del "buco" ma non solo. Le cinque proposte sono di seguito presentate come libero contributo alla definizione del Piano di recupero e alle scelte dell'Amministrazione in merito all'assetto definitivo dell'area.

Contributo del Coordinamento delle Associazioni Ambientaliste del Lido
Contributo di Cristiano Gasparetto
Contributo di Claudio Gera
Contributo di Carlo Zago
Contributo di Marco Zanetti.