La rete C40 Cities

Logo di C40 Cities

 

Cos'è C40

C40 è una rete globale di grandi città che operano per sviluppare e implementare politiche e programmi volti alla riduzione dell’emissione di gas serra e dei danni e dei rischi ambientali causati dai cambiamenti climatici, con sede a Londra. 
Nasce da un processo iniziato nel 2005 dall’allora sindaco di Londra Ken Livingstone, che convocò i rappresentanti di 18 metropoli per proporre un accordo di cooperazione per la riduzione delle emissioni attraverso azioni decisive ed immediate, in modo da coordinare il loro intervento nell’affrontare una delle maggiori sfide economiche, sociali ed ambientali degli ultimi anni. Da allora, l’urgenza di rispondere al cambiamento climatico nei centri urbani continua ad aumentare, e con essa l’esigenza di interventi significativi e tempestivi.
Già nel 2006 avevano aderito alla rete 40 città (da ciò nacque il nome dell’organizzazione), che ad oggi (ultimo aggiornamento maggio 2018) conta 92 membri. Le città hanno un ruolo fondamentale nel cambiamento climatico, come maggiori produttrici di emissioni di gas serra (quelle che fanno parte della rete C40 sono responsabili del 25% sul totale globale) e come maggiore fonte di soluzioni innovative alla questione climatica (10 mila le azioni messe in atto per far fronte al cambiamento climatico).

Leggi qui i dati sulle città affiliate al C40.

Cosa fa C40

Con i suoi summit periodici, il network C40 vuole implementare azioni significative a livello locale per indirizzare il cambiamento climatico a livello globale. Lo staff lavora assieme alle città, supportato da tecnici esperti, per connetterle tra loro e facilitarne la condivisione di tecnologie, lo scambio di buone pratiche, la collaborazione e l’azione comune.

Il Ruolo del Comune di Venezia

Proprio con lo scopo di definire le azioni necessarie a conseguire, entro il 2020, l’obiettivo di ridurre le emissioni di anidride carbonica (CO2) di oltre il 20%, il Consiglio Comunale di Venezia ha approvato all’unanimità il 12 dicembre 2012 il Piano di Azione per l’energia Sostenibile (PAES). Il PAES rappresenta uno strumento di pianificazione interdisciplinare che, muovendosi su terreni diversi (regolamenti, pianificazione, partecipazione, investimenti tecnologici, programmi di riqualificazione) individua una strategia per la mitigazione dei cambiamenti climatici attraverso la riduzione dei consumi energetici, l’introduzione di tecnologie che utilizzano energia rinnovabile e pulita, lo sviluppo di nuove forme di illuminazione e riscaldamento e della mobilità sostenibile, ma anche attraverso interventi nel campo della pianificazione urbanistica e del regolamento edilizio.

Vai alla pagina del Paes Piano di Azione per l'Energia Sostenibile del Comune di Venezia

Il PAES approvato dal Consiglio Comunale si chiude delineando la necessità di determinare una strategia di adattamento della città ai cambiamenti che affianchi ed integri le politiche di mitigazione già intraprese, sull'esempio di quanto già stanno facendo molte città europee e mondiali. Per definire tale strategia è in corso di elaborazione un Piano Clima della città di Venezia, calato sulla specifica realtà veneziana.

Vai alla pagina di approfondimento sul percorso verso il Piano Clima del Comune di Venezia

Il Comune di Venezia ha aderito alla rete C40 Cities nel 2012 e si è impegnata a compilare il nuovo inventario delle emissioni di gas serra secondo il protocollo GPC (Global Protocol for Community Scale Greenhouse Gas Emission Inventories) entro maggio 2018. Le tempistiche sono stare riaspettate e il nuovo inventario è stato pubblicato.

Scarica il nuovo inventario delle emissioni di gas ad effetto serra relativo all'anno 2016 ( PDF apre una nuova finestra)

Per maggiori informazioni è possibile visitare il sito istituzionale: 
http://www.c40.org/
 

Città di Venezia

Recapiti e contatti

Seguici e condividi su