Piano di Azione per il Clima

Ultimo aggiornamento 13/01/2022

Nell’ottica di riduzione delle emissioni di gas climalteranti e quindi di una mitigazione dei cambiamenti climatici, la Città di Venezia si è già dotata di un Piano di Azione per l’Energia Sostenibile (PAES), sviluppato nell’ambito dell’iniziativa europea del Patto dei Sindaci, che definisce le azioni che la Città ha inteso attuare allo scopo di ridurre entro il 2020 le emissioni di anidride carbonica di almeno il 20% rispetto a quanto registrato nel 2005 (obiettivo raggiunto nel 2016).

Il 30 aprile 2020 il Consiglio Comunale ha approvato l'adesione del nostro Comune al nuovo Patto Globale dei Sindaci per il Clima e l'Energia , che ci impegna a redigere un nuovo  PAESC (Piano di Azione per l'Energia Sostenibile e il Clima) entro il 2022 per il raggiungimento della riduzione del 40% (minimo) delle emissioni di CO2 entro il 2030. A dicembre 2019 è stato dato un incarico per il supporto alla redazione del piano di mitigazione alla ditta SOGESCA srl. Il Piano prevederà anche una serie di  misure di adattamento che sono in via di sviluppo con il supporto di CORILA.

IL PIANO DI AZIONE PER IL CLIMA

Nell'estate del 2018 è stata firmata la lettera di adesione al programma Deadline 2020 promosso dalla Rete C40 Cities (Climate Leadership Group) che impegna la Città di Venezia a sviluppare una serie di azioni che la portino diventare neutrale nei riguardi delle emissioni di gas serra entro il 2050 (significa ridurre le emissioni di gas climalteranti e contemporaneamente sviluppare tecnologie e nuove azioni che perseguano l'obiettivo di sequestrare dall'atmosfera la CO2 emessa) con un target intermedio al 2030 (< 68.9% rispetto al 2005), mirando a diventare una città sempre più resiliente, capace cioè di adattarsi alle mutazioni ambientali connesse ai cambiamenti climatici.

L'Amministrazione Comunale, con Delibera di Giunta n. 266/2018 si è impegnata ad avvviare la  redazione del nuovo Piano di Azione per il Clima (adattamento e mitigazione). Questo nuovo Piano conterrà come primo step la valutazione del rischio e della vulnerabilità ai cambiamenti climatici per tutto il territorio del Comune di Venezia (Terraferma, Venezia centro storico, isole e laguna) più le proposte di azioni di adattamento con orizzonte 2050. Detta valutazione è in corso di redazione con il supporto di  CO.RI.LA . Dal lato mitigazione, durante il 2020 è stato redatto il nuovo inventario emissivo relativo al 2018 (standard GPC) e poste le basi di nuove azioni virtuose, con il supporto di SOGESCA srl.

Sul piano della partecipazione, è stato istituito un tavolo intersettoriale composto da tutti gli uffici comunali che si occupano a vari livelli di pianificare le misure di mitigazione e adattamento ai cambiamenti climatici quali la gestione del territorio, la mobilità urbana e l'efficientamento energetico (Ambiente, Urbanistica, Lavori Pubblici, Rischio Idraulico, Viabilità e Mobilità, Impianti Energetici, Protezione Civile, Edilizia, Centro Maree, Sito Unesco, Verde Pubblico, ecc). Sono previsti incontri, workshop e diversi strumenti di partecipazione attiva per il coinvolgimento degli stakeholders.

Le basi: Venezia Clima Futuro
Con Deliberazione di Giunta n. 15 del 24 gennaio 2014 sono stati approvati i contenuti del documento "Venezia Clima Futuro", che costituisce la traccia preliminare di sviluppo di un Piano di adattamento ai cambiamenti climatici per la nostra città. Vengono descritti in modo qualitativo gli ambiti di indagine che saranno affrontati nel piano, delineando gli interventi già messi in campo dalla città per l’adattamento ai cambiamenti climatici e introducendo quelli che dovranno essere realizzati in funzione di un più accurato studio sulla vulnerabilità del territorio.

Per informazioni e contatti

Vai alla pagina dei contatti del Servizio Programmazione Pulizia della Città, Polizia Mortuaria, Osservatorio Naturalistico e Ambientale