rEstate in Città

Presentata a Forte Marghera la rassegna rEstate in città: tanti appuntamenti in laguna e in terraferma

Grafica

rEstate in città. Musica, teatro, sport e cinema tra terra e laguna, la rassegna estiva del Comune di Venezia, è stata presentata questa mattina a Forte Marghera, con una conferenza stampa alla quale sono intervenuti, tra gli altri, l’assessore comunale alla Coesione sociale, Simone Venturini, e il capo di Gabinetto del sindaco, Morris Ceron. La rassegna, che coinvolgerà sia la terraferma che il centro storico, rientra nel progetto cofinanziato dall’Unione Europea – Fondo Sociale Europeo, nell’ambito del Programma Operativo Città Metropolitane (PON Metro) 2014-2020.

“E' la prima volta che viene presentato un cartellone unitario e di questo livello – ha esordito l'assessore Venturini – sia per la qualità dei contenuti, sia per il numero di eventi, alcuni dei quali organizzati anche in collaborazione con altri enti, così come nello spirito de 'Le Città in festa', ovvero con lo scopo di far emergere e valorizzare tutte le iniziative che il territorio offre. Saranno due mesi intensi, frutto del lavoro espresso dall'Amministrazione comunale in questi tre anni. Alle mie spalle vedete la foto della prima serata del Cinemoving in via Piave l'anno scorso: è stato un momento davvero emozionante perché dopo anni di lavoro, con le Forze dell'Ordine, abbiamo finalmente restituito un quartiere ai suoi cittadini”.

L'assessore si è poi soffermato sul valore sociale del cartellone, sottolineando la volontà di offrire ai cittadini di tutte le età occasioni di intrattenimento per stare insieme e divertirsi in luoghi sicuri e migliorati dopo lavori di riqualificazione urbana, residenziale e sociale: “Anche chi non andrà in vacanza avrà modo di godersi la città – ha aggiunto Venturini – con spettacoli di teatro, musica, cinema e molto altro, con un programma ricco e in continuo divenire. Saranno confermati i format dello scorso anno ma ci saranno anche molte novità”.

Tornano infatti gli appuntamenti che hanno già animato l’estate 2018, come il “Cinemoving”, ovvero il cinema itinerante, e il “Candiani Estate”, il programma musicale e letterario del Centro culturale Candiani di Mestre. Le novità saranno invece “Alba Festival”, quattro giornate di arte musica e cultura al parco Albanese, i tornei di basket in tutto il territorio e il ritorno del cinema a San Polo. “Si tratta di un segnale ben preciso di come amministriamo questa città – ha spiegato il capo di Gabinetto, Ceron – e di come intendiamo la cultura. Tutti gli eventi in cartellone sono finanziati attraverso il bilancio del Comune: prima abbiamo fatto quadrare i conti e ora possiamo permetterci di finanziare appuntamenti come questi, anche per il 2020. E' quanto accaduto per esempio per il cinema all'aperto di San Polo: una volta messo in ordine il bilancio abbiamo potuto riproporre l'arena estiva, che si caratterizzerà per un programma tutto dedicato a Venezia. Ovviamente non mancheranno i grandi eventi, come il Festival Show, ma allo stesso tempo porteremo il cinema e il teatro sotto casa di tutti: è così che intendiamo la cultura, una socialità con il sorriso”.

Il programma del cinema itinerante, organizzato dal Settore Cultura del Comune di Venezia, con decine di appuntamenti tra Venezia e Mestre, torna dal 20 giugno al 25 agosto con nuove location ma con la medesima formula: un furgone attrezzato con schermo, proiettore e 99 sedie. Per l'estate 2019 è stato ampliato il numero di serate ma la novità sarà appunto il ritorno del cinema a Venezia in Campo San Polo dal 9 al 18 agosto. L’ingresso è libero e gratuito per ogni serata. Senza dimenticare poi che è sempre valido l’invito a portare la sedia da casa.

Dopo il successo della prima edizione torna anche Candiani Estate, dal 26 giugno al 31 luglio, la rassegna di musica e libri che animerà le serate mestrine: una kermesse di qualità sia in fatto di generi che di stili che abbraccerà un pubblico vasto ed eterogeneo e animerà la piazza due sere la settimana, coinvolgendo quanti sceglieranno il centro della città e l'arte del Candiani per trascorrere un'estate all'insegna della cultura.

Tra le novità di quest'anno proposte dal Settore Cultura, in collaborazione con Macaco Records, ci sarà l'Alba Festival al parco Albanese, dal 27 al 30 giugno, quattro giornate di arte musica e cultura; si tratta di un festival estivo che si distinguerà per la sua particolare aspirazione artistica. E' rivolto ai giovani ma anche alle famiglie e propone un vero e proprio percorso attraverso le arti grazie a workshop per ragazzi e attività artistiche trasversali. Non il solito festival, quindi, ma un movimento artistico per avvicinare i cittadini all'arte in modo alternativo e ludico.

Infine a luglio e agosto anche il teatro arriverà sotto casa di veneziani e mestrini con il programma proposto dal Teatro Stabile del Veneto intitolato “Sottocasa il teatro nelle città”, con tanti spettacoli gratuiti alle ore 18 e alle 21. Il programma completo su www.teatrostabileveneto.it