Fare Musica

Dal 9 al 12 dicembre al Centro Candiani prende il via il festival Fare Musica con concerti, conferenze, proiezioni e una mostra fotografica

Incontro con le etichette italiane di JAZZ
concerti, conferenze, proiezioni, fotografie
in collaborazione con Caligola con la partecipazione di AFIJ
 
Non il solito festival né la consueta passerella di musicisti più o meno celebri per compiacere un pubblico il più possibile numeroso. Il Veneto ha la fortuna di ospitare molte rassegne importanti, a Verona e Venezia, a Padova e Vicenza. Fare Musica non vuole fare concorrenza a questi festival ma solo suggerire un diverso approccio ai problemi che toccano il jazz e la sua produzione, tanto più in un’epoca ormai segnata dal dominio della musica digitale. È il Centro Candiani ad ospitare il festival promosso da ADEIDJ (Associazione delle Etichette Indipendenti di Jazz) con la collaborazione di Caligola, e si augura che non sia l’unico ma il primo di una lunga serie. Nata nel 2018, ADEIDJ aderisce alla Federazione Il Jazz Italiano, insieme alle associazioni dei musicisti, dei festival e dei fotografi, e vuole con Fare Musica contribuire al dialogo tra le diverse componenti del mondo del jazz, non così piccolo come qualcuno vorrebbe far credere.
 
Dopo l’anteprima del 9 dicembre al Vapore di Marghera, il festival si apre il 10 dicembre con la proiezione del docu-film musicale Ahiu fami, concerto gastronomico che ha per protagonista Alfio Antico, uno dei maggiori esponenti della musica popolare italiana. Ma sono i tre concerti in programma nell’auditorium del Candiani a costituire il cuore centrale di Fare Musica, con gruppi provenienti dai conservatori di Rovigo, Bologna e Vicenza, diretti da Massimo Morganti, Domenico Caliri e Pietro Tonolo, stimati docenti oltre che jazzisti di fama internazionale. Si annunciano altrettanto interessanti le conferenze dell’11 e 12 dicembre. L’incontro di sabato pomeriggio sulla musica digitale, tema di grande attualità, è condotto da due esperti del settore come Roberto Razzini e Gegè Telesforo. Nella conferenza di domenica mattina, che ospita gli interventi di due apprezzati didatti come Marcello Tonolo ed ancora Caliri, si affrontano invece le non meno complesse tematiche legate alla didattica del jazz.
 
Per tutta la durata del festival sono esposte al IV piano del Centro Candiani alcune fotografie del giovane Luca Matteucci, vincitore del concorso Un racconto chiamato jazz, organizzato dall’AFIJ (Associazione dei Fotografi Italiani di Jazz).
 
Venerdì 10 dicembre
sala conferenze IV piano, ore 17.30
Proiezione del docu-film 
Ahiu Fami (concerto gastronomico)
di Carmelo Chiaramonte e Alfio Antico
regia di Enrico Qualizza
 
auditorium IV piano, ore 21.00
Concerto
Bob & Kenny’s Island (omaggio a Bob Brookmeyer e Kenny Wheeler)
 
Sabato 11 dicembre
sala conferenze IV piano, ore 17.30
Conferenza
Dal vinile al digitale (com’è cambiata la produzione musicale nell’ultimo trentennio)
con la partecipazione di Gegè Telesforo e Roberto Razzini
 
auditorium IV piano, ore 21.00
Concerto
I Have a Monk’s Dream (tributo a Thelonious Monk)
 
Domenica 12 dicembre
sala conferenze IV piano, ore 11.30
Conferenza
Jazz e didattica (dalle Scuole di Musica ai Conservatori)
con la partecipazione di Marcello Tonolo e Domenico Caliri
 
auditorium IV piano, ore 18.00
Concerto
KD: la musica di Kenny Dorham
Ensemble del Conservatorio di Vicenza
 
Venerdì 10, sabato 11 e domenica 12 dicembre
Centro Culturale Candiani IV Piano
Mostra fotografica di Luca Matteucci
vincitore della Prima edizione del concorso Un racconto chiamato jazz, organizzato da AFIJ (Associazione Fotografi Italiani di Jazz), in collaborazione con I–Jazz, associazione italiana dei festival jazz, e riservato ai fotografi under 35.
 
Tutti gli eventi sono a ingresso libero sino ad esaurimento posti con prenotazione obbligatoria
 
Informazioni
Centro Culturale Candiani
tel. 041.2386111
candiani@comune.venezia.it
ADEIDJ
segreteria.adeidj@gmail.com
Caligola
info@caligola.it www.caligola.it
 
L’accesso agli spazi avverrà secondo protocollo anti-contagio COVID 19 con obbligo di possesso di CERTIFICAZIONE VERDE COVID 19 (SUPER GREEN PASS) come da Decreto Legge in corso. Sono esonerati dall'obbligo i bambini sotto i 12 anni.
 
Ultimo aggiornamento: 07/12/2021 ore 12:11