14-27.08.2022 - Cinemoving 2022 "Uno sguardo sull'Europa"

Da domenica 14 fino a sabato 27 agosto 2022 si tiene l'iniziativa 'CINEMOVING 2022Uno sguardo sull'Europa', presso Campo San Polo a Venezia. La rassegna di film si articola in 14 serate dedicate al cinema europeo: verranno proposti lungometraggi, cortometraggi, documentari e film di finzione provenienti da diverse nazioni europee a cui saranno dedicati approfondimenti e presentazioni, in stretta collaborazione con diverse istituzioni internazionali. Quest'anno le nazioni europee sono 4:  Francia, Svizzera, Portogallo e Ungheria con 3 proiezioni ciascuna. Il primo giorno invece protagonisti sono i cortometraggi internazionali.

La proiezione dei film avverrà in lingua originale con sottotitoli in italiano. 

Tutti gli spettacoli sono ad ingresso gratuito fino ad esaurimento dei posti disponibili.

Si raccomanda l’iscrizione al gruppo WhatsApp per ricevere il programma aggiornato e per ogni eventuale modifica al calendario e comunicazioni. Per iscriversi è sufficiente inviare un messaggio whatsapp al numero 342 7611875 contenente nome + cognome + cinemoving.

'CINEMOVING 2022Uno sguardo sull'Europa' è frutto della collaborazione tra il Comune di Venezia, con i suoi servizi Settore Cultura, Circuito Cinema e Europe Direct, e le organizzazioni internazionali collegate alle nazioni coinvolte:
Francia: Institut Français e Alliance Française di Venezia
Svizzera: Cinema Svizzero a Venezia e Consolato generale di Svizzera a Milano e Venezia
Portogallo: Camões Instituto da Cooperação e da Lingua - Ministério dos Negócios Estrangeiros, Portugal e Ambasciata del Portogallo in Roma
Ungheria: National Film Institute Hungary, Accademia d’Ungheria Roma, Consolato Gen. On. di Ungheria – Venezia e Associazione Culturale italo-ungherese del Triveneto

PROGRAMMA

DOMENICA 14 AGOSTO, ORE 21.00
In Dreams - Una Celebrazione del Cortometraggio Onirico
Una vera e propria celebrazione del cortometraggio onirico con la rassegna intitolata In Dreams. Un programma incentrato sul concetto di ‘sogno’, attraverso una varietà di generi che spaziano dall’animazione al corto sperimentale, passando per il documentario. Cortometraggi da tutto il mondo, il cui filo conduttore è il ‘sogno’ inteso come desiderio, utopia, raggiungimento di una meta, ma anche come chimera, visione fantastica, evento surreale, esperienza onirica e finzione della mente. Le proiezioni dei corti saranno seguite da una sessione di domande e risposte fra i registi presenti ed il pubblico. Shorts On Tap nasce a Londra nel 2013 da un’idea del veneziano Filippo Polesel. Da allora il festival è diventato un vero e proprio punto di riferimento per filmmakers indipendenti e non della capitale britannica.

=> Cinema Francese 
Proiezioni organizzate con il sostegno dell’Institut Français e dell’Alliance Française di Venezia
 

LUNEDÌ 15 AGOSTO, ORE 21.00
Les demoiselles de Rochefort (Josephine, Francia, 1967, 120’, v.o.sott.it.), commedia, di Jacques Demy
Delphine e Solange sono due gemelle di 25 anni, incantevoli e dal temperamento spirituale. Delphine, la bionda, insegna danza, mentre Solange, la rossa, dà lezioni di solfeggio. Vivono in un mondo fatto di musica e sognano di incontrare il grande amore dietro l’angolo. Nel frattempo, alcuni giostrai arrivano in città e iniziano a frequentare il bar gestito dalla madre delle gemelle. In quel momento fervono i preparativi per una fiera e un marinaio sognatore sta cercando la donna dei suoi sogni...

MARTEDÌ 16 AGOSTO, ORE 21.00
Cléo de 5 à 7 (Cléo dalle 5 alle 7, Francia, 1962, 85’, v.o.sott.it. ), drammatico, di Agnès Varda
Cléo, una bella cantante, aspetta i risultati di alcune analisi mediche. Dalla superstizione alla paura, da rue de Rivoli al café de Dôme, dalla civetteria all’angoscia, da casa sua fino al parco Montsouris, Cléo vive novanta minuti particolari. Il suo fidanzato, un’amica, il musicista che lavora con lei e infine un soldato, le aprono gli occhi sul mondo. Un film emblematico della nouvelle vague.

MERCOLEDÌ 17 AGOSTO, ORE 21.00
16 levers de soleil (Francia, 2018, 117’, v.o.sott.it.), documentario, di Pierre-Emmanuel Le Goff
Volare nello spazio: è questo il sogno che Thomas Pesquet ha realizzato decollando dalla base di Baïkonour giovedì 17 novembre 2016. A 450 chilometri dalla Terra, nei sei mesi in cui il mondo sembra destinato all’ignoto, si avvia un dialogo interiore tra l’astronauta e l’opera visionaria di Saint-Exupéry che ha portato con sé nella stazione spaziale internazionale.

=> Cinema Svizzero
In collaborazione con Cinema Svizzero a Venezia e Consolato generale di Svizzera a Milano e Venezia

 

GIOVEDÌ 18 AGOSTO, ORE 21.00
Olga (Svizzera / Francia, 2021, 85’, v.o.sott.it.), di Elie Grappen
2013. La 15enne Olga è una talentuosa ginnasta ucraina costretta all’asilo in Svizzera. La madre, infatti, è una nota giornalista indipendente invisa al governo del suo paese, incendiato dalle proteste contro il presidente Janukovyč. Olga, come tutte le atlete del suo livello, sogna l’oro olimpico, e si impegna al massimo per integrarsi in una nuova squadra nazionale in vista dei Campionati Europei. Il film svizzero più premiato dell’anno è un romanzo di formazione toccante e potentissimo, ambientato in un momento storico cruciale per l’Europa. Un grande film, autentica rivelazione del Festival di Cannes 2021, illuminato dal talento della ginnasta Nastya Budiashkina alla sua prima prova da attrice, e del giovane regista, classe 1994, Elie Grappe. 

 

VENERDÌ 19 AGOSTO, ORE 21.00
Tandoori Love (Svizzera / Austria / Germania, 2008, 92’, v.o.sott.it.), di Oliver Paulus
Sonja fa la camieriera alla pensione “Zum Hirschen”, nell’altopiano bernese, ed è felicemente fidanzata con Markus, il suo capo. Rajah lavora come cuoco sul set di un film di Bollywood dove la sua arte è al servizio della superdiva del cinema indiano Priya. Folgorato dalla bellezza di Sonja, incontrata per caso in un supermercato, Rajah riesce a farsi assumere come cuoco nella pensione. La sua cucina raffinata conquista tutti e il “Zum Hirschen” conosce un successo
inaspettato. Dopo una prima proiezione nel lontano 2014, torna a Venezia la commedia più folle e divertente della storia del cinema svizzero. Un coloratissimo e trascinante mix tra le atmosfere di Bollywood e le alpi svizzere. Un film che vi farà ballare e... morire dalle risate!

SABATO 20 AGOSTO, ORE 21.00
Monte Veritá (Svizzera / Austria / Germania, 2021, 116’, v.o.sott.it.), di Stefan Jäger
1906: Hanna, giovane madre, non desidera altro che liberarsi dal suo ruolo borghese e dai propri vincoli sociali. Per questo si rifugia nel sanatorio del Monte Verità, dove, circondata dall’idilliaca natura ticinese e dedicandosi coraggiosamente alla sua arte, si trova presto di fronte a una scelta lacerante. Potrà tornare dalla sua famiglia senza rinunciare a se stessa? Un autentico kolossal che racconta in modo esemplare un’esperienza unica nella storia della Svizzera, in anticipo di decenni sulle rivoluzioni sociali della seconda metà del ‘900. Ispirato dai fondatori di Monte Verità, il regista Stefan Jäger realizza un film orgogliosamente collettivo, libero da vincoli e dominato dal potere della creatività

=> Cinema Portoghese
In collaborazione con Camões Instituto da Cooperação e da Lingua - Ministério dos Negócios Estrangeiros, Portugal e Ambasciata del Portogallo in Roma

 

DOMENICA 21 AGOSTO, ORE 21.00
Zeus (Portogallo, 2017, 115’, v.o.sott.it.), di Paulo Filipe Monteiro
Il film pluripremiato, opera prima del regista, è incentrato sulla figura di Manuel Teixeira Gomes, settimo Presidente della Repubblica Portoghese (1923-1925) negli anni dell’ascesa del fascismo in Portogallo, che sfocerà poi nel colpo di stato militare del 1926, aprendo la strada alla dittatura di Salazar. Teixeira Gomes, un intellettuale deluso dalla politica repubblicana, nella quale credeva fortemente, decide di prendere la via dell’esilio volontario in Algeria, a bordo di una nave olandese di nome Zeus. Lì morirà 15 anni dopo, non senza aver continuato a partecipare, pur da lontano, alla resistenza democratica del Portogallo.

LUNEDÌ 22 AGOSTO, ORE 21.00
Variações (Stella Cadente - La vita e la musica di António Variações, Portogallo, 2019, 105’, v.o.sott.it.), di João Maia
Il film, un omaggio alla prima icona gay portoghese, è stato uno grandi successi cinematografici degli ultimi anni in patria. Antonio Variações, eccentrico e geniale cantautore scomparso a quarant’anni nel 1984, è ancora poco conosciuto in Italia. Il film racconta il suo percorso formativo, dalle origini in un villaggio contadino fino al successo come cantante e alla sua tragica scomparsa, forse per Aids. Ma racconta anche della sua tenace lotta contro i pregiudizi di un paese da poco uscito da una lunga dittatura. La sua carriera, breve ma strepitosa, ha aperto il cammino a tanti artisti che si ispirano a lui.

MARTEDÌ 23 AGOSTO, ORE 21.00
Technoboss (Portogallo, 2019, 112’, v.o.sott.it.), di João Nicolau
Luís, un uomo divorziato che vive con un gatto, è un tecnico alla sicurezza per uffici e hotel, ormai incapace di stare al passo di una tecnologia per lui sempre più incomprensibile. In procinto di andare in pensione, mentre si accinge al suo ultimo incarico di lavoro, il suo mondo – in cui ha tanta importanza la musica – dà finalmente spazio alla fantasia, creando situazioni immaginarie e improbabili. Technoboss – terzo lungometraggio del regista João Nicolau – è un road movie originale, un musical sui generis, pieno di umorismo e di situazioni spiazzanti e surreali quanto divertenti, per quanto non esenti da una patina di malinconia.

=>Cinema Ungherese 
In collaborazione con National Film Institute Hungary, Accademia d’Ungheria Roma, Consolato Gen. On. di Ungheria – Venezia e Associazione Culturale italo-ungherese del Triveneto
 

MERCOLEDÌ 24 AGOSTO, ORE 21.00
Hab (Crema – Cream, Ungheria, 2020, 90’, v.o.sott.it.), commedia, di Nóra Lakos
Esiste un test che a quanto pare dimostra con una precisione del 99% se una persona vive davvero con la sua metà. Ma il metodo non è servito a Dóra, il suo grande amore al 99% sta per sposare un’altra. Ovviamente la vita può essere dolce lo stesso. Dóra è una pasticcera che passa le giornate tra impasti, creme e ciliegie candite, proponendo le sue delizie al mondo dei golosi. Un paradiso che però rischia di chiudere se Dóra non trova presto un finanziamento. Si candida
ad un concorso per famiglie ingaggiando un intraprendente scapolo che si spaccerà per il suo fidanzato nella speranza di vincere i milioni mancanti. Il ragazzo però è un donnaiolo. E, ciliegina sulla torta, è piuttosto affascinante...

GIOVEDÌ 25 AGOSTO, ORE 21.00
Kilakoltatás (Lo sfratto – Eviction, Ungheria, 2022, 85’, v.o.sott.it.), commedia, di Máté Bence Fazekas
Un esecutore giudiziario al suo primo incarico si ritrova tra attivisti antisfratto, educatori cinofili, squadre speciali, cinici speculatori… una commedia dal ritmo serrato e dai risvolti agrodolci, che racconta con uno stile originale la quotidianità metropolitana e il divario sociale. Un’opera prima brillante con personaggi ricchi di sfaccettature sorprendenti.

VENERDÌ 26 AGOSTO, ORE 21.00
Legjobb dolgokon bőgni kell (Cose per cui vale la pena urlare – Things Worth Weeping For, 2021,84’, v.o.sott.it.), commedia/drammatico, di Cristina Grosan
Una madre stravagante e distratta, un fidanzato perfetto e noioso, un’amica assillante e ficcanaso e una zia... A volte, scappare da una vita predefinita e ricominciare senza alcun progetto, è la cosa migliore da fare. Ventiquattro ore di imprevisti basteranno alla trentenne Maja per mettere tutto in discussione.

SABATO 27 AGOSTO, ORE 21.00
Tarkovski Agency presenta il Venice Film Week: sei serate veneziane dedicate a film indipendenti (alla Casa del Cinema e in Campo San Polo).
Il Venice Film Week torna a Venezia con la sua settima edizione. Creato da e per registi indipendenti, l’evento ad entrata libera si è consolidato in pochi anni come un appuntamento per i curiosi di cinema fuori dall’ordinario e sperimentale. La selezione di film propone un mix sempre vario di opere di diversa durata e nazionalità caratterizzati da idee ed estetiche originali. Quest’anno il festival, che anche durante la pandemia ha avuto la fortuna di poter continuare i suoi eventi, si allunga di una serata ospitata all’interno di Cinemoving.
Le proiezioni, in lingua originale con sottotitoli in inglese, si terranno dal 22 al 26 agosto alla Casa del Cinema, il 27 agosto nel cinema all’aperto di Campo San Polo.

  

Per informazioni:
Comune di Venezia
EUROPE DIRECT VENEZIA VENETO
Ca' Farsetti, San Marco 4136 - 30124 Venezia
numero verde 800 496200
fax 041 2748182
www.comune.venezia.it/europedirect
infoeuropa@comune.venezia.it

 

Ultimo aggiornamento: 24/08/2022 ore 12:58