SpaziArti: "Il pranzo di Babette" (lettura teatrale con musiche di scena)

Lucchetteatro giovedì 27 novembre alle ore 20.45 all'auditorium P. Frassati - Gazzera

logo SA
au gu

Nell'ambito del progetto SpaziArti (vedi il calendario completo) ottimo appuntamento teatrale presso l'Auditorium Piergiorgio Frassati a Mestre-Gazzera (di fianco alla Chiesa), al quale la Municipalità di Chirignago Zelarino è lieta di invitare la cittadinanza.

Lucchetteatro presenta
“IL PRANZO DI BABETTE”
Voci narranti: Francesca Tommasi, Luisa Valmassoi 
Commento musicale del chitarrista dei Fonetica Fabio Bello
Scelte letterarie, adattamento testi, allestimento: Lucchetteatro

Esiste una cuoca  “capace di trasformare un pranzo in una specie di avventura amorosa"?   Babette, domestica di due anziane sorelle, altri non è che lo chef del Cafè Anglais, fuggita da Parigi dopo la Comune: e quando dopo anni, per uno strano gioco del fato, sarà posta nelle condizioni di fare sperimentare la sua arte culinaria alla comunità di bigotti che l'ha accolta, lo farà con un pranzo indimenticabile: un trionfo di sapori fra brodo di tartaruga e vino Amontillado, blinis Demidoff e Veuve Clicquot 1860, cailles en sarcophages e Clos Vougeot 1864…   Mix narrativo affascinante di celebrazione dell'incontro dei piaceri del cibo e dell'anima, questo racconto breve è indubbiamente uno dei punti più alti toccati da Karen  Blixen e si presta alla drammatizzazione grazie ad uno sviluppo efficacissimo dell'ambientazione, alla costruzione rapida e perfetta dei tratti dei personaggi, resi in tal modo indimenticabili, alla scrittura quasi cinematografica nel susseguirsi delle scene e dei misurati dialoghi (non se ne distaccherà Gabriel Axel, che realizzò nel 1987 una trasposizione in film che gli valse l'Oscar).   Il racconto viene proposto a due voci con sfondi sonori - appositamente creati ed eseguiti dal vivo - che ora preludono, ora accompagnano e sottolineano la narrazione.

Giovedì 27 novembre alle ore 20.45 all'auditorium P. Frassati - Gazzera
Ingresso libero.



 
au due

UNA SIGNORA SCRITTRICE
Karen Blixen (1885-1962), danese ma viaggiatrice e osservatrice acuta dei paesi che la ospitarono, debuttò relativamente tardi come scrittrice (1934), ma sviluppò fin dagli esordi una tecnica narrativa raffinata se pur semplice e fluida unita a tematiche dalle più svariate ispirazioni.
Se proprio si volesse ricercare un filo conduttore, è l'idealità di un mondo scomparso, l'avvertire la mancanza di valori e sentimenti, a sfociare in un affidarsi al volere del destino e di Dio.
Opere principali: Sette storie gotiche; La mia Africa; Ombre sull'erba; Racconti d'inverno; Capricci del destino; La vendetta della verità.



Città di Venezia

Recapiti e contatti

Seguici su