Demanio Marittimo

Con L.R.V. 33/2002, la Regione Veneto ha demandato ai Comuni costieri la competenza per la gestione del demanio marittimo a finalità turistico ricreative, definendo le aree con Delibera di Giunta Regionale n. 454/2002.

Il Comune di Venezia ha attualmente in gestione 30 concessioni demaniali marittime al Lido e Pellestrina, la cui scadenza è prorogata al 31 dicembre 2020 ai sensi dell'art. 34-duodecies del D.L. 179/2012 convertito con L. 221/2012.

Il Servizio Affari Giuridici, Contenzioso, Demanio Marittimo e Rapporti Contrattuali Passivi si occupa:

  • dell'esercizio delle funzioni trasferite ai comuni in materia di demanio marittimo con finalità turistiche -ricreative
  • della redazione ordinanze sulle attività balneari
  • della redazione concessioni demaniali marittime con finalità turistico – ricreative, atti di subingresso nella concessione demaniale marittima, atti di variazione della consistenza della concessione, atti di variazione della durata della concessione, revoca e decadenza delle concessioni
  • della redazione di autorizzazioni per occupazione stagionale del demanio marittimo e delle autorizzazioni per l’affidamento a terzi dell’attività oggetto di concessione ai sensi dell'art. 45 bis del codice della navigazione
  • del monitoraggio dei pagamenti dei canoni demaniali e procedimento di riscossione coattiva
  • della gestione del sistema informativo demanio marittimo – S.I.D.
  • di collaborare e gestire i rapporti con i comuni litoranei al fine del miglioramento e armonizzazione della gestione dei rapporti concessori
  • di partecipare al tavolo tecnico dei comuni del litorale veneto

Città di Venezia

Recapiti e contatti

Seguici su