CONSIGLIO

 
 

Poteri (art. 4 Regolamento Comunale delle Municipalità)
Il Consiglio di Municipalità è l’Organo collegiale di indirizzo e controllopolitico-amministrativo della Municipalità e rappresenta le esigenze della popolazione ivi residente nell’ambito dell’unità del Comune. Ad esso compete,nel rispetto dei vincoli derivanti dagli atti di programmazione economico-finanziaria e di bilancio dell’Ente, il potere decisionale in ordine alle competenze delegate nel rispetto ed in esecuzione della normativa vigente.
Il Consiglio di Municipalità esercita poteri deliberativi in ordine alle materie proprie istituzionali ed alle materie delegate.
Al Consiglio di Municipalità compete inoltre l’esercizio dei poteri di iniziativa,parere e proposta su questioni ed interventi specifici concernenti l’ambito territoriale della Municipalità, anche promuovendo momenti di studio, diverifica, di informazione e indagine su temi economici, politici, sociali,culturali ed ambientali che interessano la collettività appartenente alterritorio della Municipalità.
Con propria deliberazione, il Consiglio Comunale può delegare ulteriori funzioni alle Municipalità, purché accompagnate da apposite ed adeguate risorse intermini di personale, mezzi strumentali e finanziari […].
 
 
Deliberazioni del Consiglio (art. 5 Regolamento Comunale delle Municipalità)
1) Il Consiglio di Municipalità con propria deliberazione:
a approva la convalida delle/degli eletti/e;
b approva a maggioranza assoluta dei/lle componenti il regolamento di funzionamento degli organi della Municipalità;
c formula orientamenti ed indirizzi in ordine all’esercizio delle competenze della Municipalità;
d esercita l’iniziativa su atti di competenza del Consiglio comunale, nei modi previstidallo Statuto e/o dal presente Regolamento;
e delibera sulle materie di competenza della Municipalità, siano esse istituzionali o delegate che non rientrino nelle competenze del/lla Presidente, dell’Esecutivo municipale e dei/lle Dirigenti;
f approva le lineeprogrammatiche di mandato;
g approva il piano di attuazione programmatico con cadenza almeno annuale;
h approva propri regolamenti di organizzazione e gestione delle attività di competenza, nei limiti delle risorse assegnate e nel rispetto della normativa vigente;
i esprime pareriobbligatori nei casi previsti dallo Statuto comunale e di quelli richiesti dall’Amministrazione comunale su questioni di interesse della Municipalità;
j approva le designazioni e nomine di propria competenza;
k approva proposte e interrogazioni da presentare all’Amministrazione comunale;
l propone progetti preliminari relativi a lavori di competenza della Municipalità da sottoporre all’approvazione della Giunta comunale.
 
Rientrano tra le attività di carattere programmatorio, propositivo e consuntivo:
a) la redazione di un rapporto annuale sullo stato e sui problemi della Municipalità in relazione ai fabbisogni sociali della popolazione;
b) la formulazione di ipotesi e proposte di interventi da realizzare nel territorio della Municipalità di competenza del Comune o di altri Enti.
 
Pareri Obbligatori (art. 6 Regolamento Comunale delle Municipalità)
Il Consiglio di Municipalità esprime pareri obbligatori non vincolanti sulle materie e provvedimenti di cui al II comma dell’articolo 23 dello Statuto […].
Il Sindaco o l’Assessore delegato per materia possono richiedere al Consiglio di Municipalità anche pareri preventivi non obbligatori su atti di competenza delConsiglio o della Giunta Comunale che abbiano attinenza con specifici interessidella Municipalità […].
 
Proposte al Consiglio Comunale (Art. 18 Regolamento Comunale delle Municipalità)
Il Consiglio di Municipalità ha facoltà di esprimere di propria iniziativa proposte di deliberazione relative a problemi amministrativi interessanti la Municipalità, quali il funzionamento degli uffici decentrati, la gestione dei beni e dei servizi comunali,sanitari, assistenziali, culturali, scolastici, sportivi, ricreativi e di ogni altra specie presenti nel territorio della Municipalità, anche al fine di assicurare la rappresentanza delle esigenze della collettività locale è […].
 
Interrogazioni al Sindaco e alla Giunta Comunale(Art. 19 Regolamento Comunale delle Municipalità)
Il Consiglio di Municipalità può, altresì, rivolgere con proprio atto deliberativo, approvato a maggioranza dei/lle componenti, interrogazioni al Sindaco ed alla Giunta Comunale per conoscere se un fatto sia vero, se un’informazione sia esatta, se e quali provvedimenti l’Amministrazione comunale abbia adottato o intenda adottare in ordine ad un determinato oggetto e inmerito a specifiche problematiche.
 
Mozioni e Ordini del Giorno del Consiglio di Municipalità (Art. 20 Regolamento Comunale delle Municipalità)
E’ nella facoltà del Consiglio di Municipalità approvare mozioni e/o ordini del giorno su materie relative a problemi che, pur non delegate alla Municipalità,abbiano attinenza con interessi della stessa.
Il Consiglio di Municipalità approva mozioni e ordini del giorno per lamanifestazione di giudizi, valutazioni e apprezzamenti anche su questioni che non abbiano diretti riflessi su specifici interessi della Municipalità.
 

Città di Venezia

Recapiti e contatti

Seguici su