CARPOOLING ovvero condividere gli spostamenti con altri utilizzando un'unica autovettura

Questa pagina promuove l'utilizzo delle auto in modo condiviso tra più persone che, partendo da una stessa origine o da origini diverse ma dislocate sul percorso, utilizzano uno stesso mezzo per raggiungere le relative destinazioni che possono essere coincidenti oppure distinte.


Cos'è il CARPOOLING...

Si tratta dell'utilizzo condiviso di un'auto tra più persone che abbiano spostamenti compatibili in termini di percorsi e orari, origini e destinazioni possono non essere coincidenti ma lungo lo stesso percorso minimo o quasi.

L'utilizzo delle auto in modo condiviso ha come obiettivo quello di incrementare il coefficiente di occupazione degli autoveicoli, che mediamente si aggira intorno ad 1,2-1,25 persone per veicolo, così da ridurre il numero degli autoveicoli privati circolanti.

Benefici diretti: una complessiva riduzione dei veicoli e quindi dei km percorsi dalle auto circolanti a parità di spostamenti effettuati e conseguentemente una riduzione delle emissioni da traffico veicolare.

Benefici indiretti: fluidificazione del traffico con benefici al complesso dei veicoli circolanti residui, quindi anche ai mezzi di trasporto pubblico locale con la regolarizzazione del servizio.

 
 

Come può essere realizzato il Carpooling...

Il Carpool si può realizzare in due modi:

- Carpooling SPONTANEO;

- Carpooling ORGANIZZATO.

Carpooling SPONTANEO: due conoscenti che vanno al lavoro insieme

Carpooling SPONTANEO

Si tratta di una forma di carpooling che nasce spontaneamente tra conoscenti o colleghi che generalmente già si conoscono e che sulla base di questo decidono in modo autonomo di organizzarsi per condividere la stessa auto per andare al lavoro.
L'auto può essere resa disponibile sempre e comunque dal medesimo soggetto oppure, per compensare i costi, a turno dai vari componenti dell'equipaggio. I "passeggeri" utilizzeranno la loro auto o altri mezzi di trasporto solamente per raggiungere il punto di ritrovo con il componente dell'equipaggio che quel giorno o quella settimana sarà quello che renderà disponibile l'auto.
Per ottimizzare e ridurre i costi di spostamento sia in termini economici (carburante), ma anche in termini di emissioni (CO2, PM10, PM2,5 etc. etc.), l'equipaggio dovrebbe percorrere insieme il percorso maggiore in termini di km o tempo di viaggio fino alla destinazione.

 
 
Carpooling ORGANIZZATO: tre persone che condividono il viaggio ma che prima non si conoscevano personalmente

Carpooling ORGANIZZATO

Si tratta di una forma di carpooling che nasce in modo un po' più organizzato rispetto alla precedente e, generalmente, si appoggia a sistemi informatici di accreditamento di potenziali car-pooler che si rendono disponibili ad offrire passaggi (posti auto su un certo percorso/tragitto, in un certo orario); si tratta generalmente di "guidatori", e di potenziali "passeggeri" che sono alla ricerca di passaggi su un certo percorso/tragitto in un certo orario.
I sistemi informatici che si possono trovare su internet vanno dalla semplice bacheca elettronica pubblica fino a più sofisticati sistemi di accreditamento su portali che anche attraverso strumenti di geo-localizzazione su dispositivi mobili, smartphone muniti di GPS, permettono la formazione di equipaggi non solamente sui percorsi/tragitti e negli orari dichiarati come abituali ma anche su tragitti colleganti origini e destinazioni occasionali anche in tempo reale. Questi sistemi permettono la formazione degli equipaggi (matching) individuando il percorso minimo e suggerendolo al guidatore per raggiungere i passeggeri e portarli in destinazione.

 
 

Bacheca elettronica pubblica

Sul web ve ne sono ormai molte e sono generalmente utilizzate per la gestione di spostamenti che hanno una serie di destinazioni dichiarate come, ad esempio, gli spostamenti per raggiungere i concerti o altre manifestazioni pubbliche.
Il loro utilizzo prevede l'accreditamento del carpooler (guidatore/passeggero) che dichiara i suoi dati personali ed indica la sua disponibilità quale:

  • Guidatore, se mette a disposizione l'auto;
  • Passeggero, se non ha la disponibilità di un'auto ed è alla ricerca di un passaggio
  • Guidatore o Passeggero indifferentemente se ha disponibilità di utilizzare la sua auto per condividere lo spostamento piuttosto che essere disponibile a condividere lo spostamento con l'auto messa a disposizione da altri.


L'obiettivo del carpooler, generalmente, se si propone come guidatore, è quello di condividere  i costi di spostamento con altri passeggeri che partecipino alle spese di viaggio (benzina, autostrada, altri costi...), mentre  per il carpooler che si propone come passeggero lo scopo è quello di trovare un passaggio che lo porti in destinazione in modo il più possibile diretto, generalmente, con disponibilità alla condivisione delle spese.
La ripartizione delle spese di viaggio generalmente viene concordata tra guidatore e passeggero/i sulla base dei costi effettivi di viaggio e spesso la modalità di ripartizione dei costi viene suggerita dalla stesso sistema informatico.
Poiché non può trattarsi di un'attività commerciale, la compensazione economica viene lasciata alla libera trattativa dei singoli che agiscono in via amichevole tra loro come soggetti privati.

 
 

Portali di accreditamento esperti con ottimizzazione del percorso anche in tempo reale

Si tratta di sistemi maggiormente sofisticati che oltre ad accreditare i potenziali carpooler sono in grado di verificare la compatibilità dei percorsi/tragitti desiderati da ciascuno in termini di percorsi e orari suggerendo a ciascun carpooler la presenza a sistema di uno o più compagni di viaggio compatibili. I carpooler potenzialmente compatibili vengono informati dal sistema della disponibilità relativa di ciascuno nel condividere il viaggio e vengono messi nelle condizioni dal sistema stesso di colloquiare prima a distanza per poi, se lo decideranno, in modo più diretto di modo da concordare la condivisione o meno del viaggio/tragitto sia esso un percorso occasionale piuttosto che sistematico.
Alcuni di questi sistemi si interfacciano con opportune App (applicazioni) con dispositivi mobili come smartphone dotati di GPS che sono in grado di gestire richieste anche in tempo reale organizzando il matching con altri utenti dotati di dispositivi analoghi che abbiano dato la loro disponibilità a condividere i loro autoveicoli o ricevere passaggi su determinati percorsi/tragitti.

Il Servizio di carpooling di flinc

Dimmi dove vuoi andare e viaggiamo insieme.
Trova il tuo passaggio, come flinc suggerisce i migliori autisti o passeggeri - indipendentemente da dove stai andando. Con la tua Cerchia di Conoscenti viaggi sempre con amici o con gente come te.

 
 

Chi sono i potenziali Carpooler...

Un potenziale Carpooler è, generalmente, una persona molto aperta verso il prossimo che non ha particolari preclusioni a viaggiare con persone che, fino a quel momento, non conosce. Si tratta di una persona sensibile alle problematiche ambientali con un'attenzione particolare alla riduzione delle emissioni ma anche ai costi dello spostamento.

L'efficacia del Carpooling...

40 equipaggi di car-pool con mediamente 3 persone a bordo sono in grado di ridurre:
- il numero di veicoli circolanti da 120 a 40;
- i chilometri percorsi e le emissioni del 66%;
- ridurre i costi dello spostamento casa-lavoro-casa di ciascun componente dell'equipaggio.

 
 

Per informazioni sull'iniziativa...

Per informazioni su questa iniziativa e/o su tutte quelle rese disponibili dall'Ufficio Mobility Manager di Area comunale è possibile contattare:

Comune di Venezia - Direzione Mobilità e Trasporti
Ufficio Mobility Manager di Area comunale
Viale Ancona, 41/63
30172 Mestre VENEZIA
Tel. 041.274.6913/6914
E-mail: mobilitymanager(at)comune.venezia.it

 
 
Responsabile dell'informativa
Ufficio Mobility Manager di Area comunale di Venezia
Ing. Enrico Tonello
Responsabile della redazione
Ufficio Mobility Manager di Area comunale di Venezia
Ing. Enrico Tonello

Città di Venezia

Recapiti e contatti

Seguici su