Via i lucchetti dell'amore dal Ponte dell'Accademia (con sottotitoli e descrizione estesa)

Durata: 2:47 | Data: 10.06.10 06.00

Descrizione: TESTO DEL VIDEO: La parola d'ordine è educare la città "bella" al decoro e alla qualità urbana. E' questo il senso dell'operazione di rimozione dei "lucchetti dell'amore" dal ponte dell'Accademia (che segue quella già effettuata al ponte degli Scalzi dove sono stati tolti 424 lucchetti): operazione voluta dall'assessore comunale alla Tutela del decoro della città Carla Rey.
Accompagnata dal funzionario responsabile della Polizia municipale per il Centro storico l'assessore ha assistito in mattinata alla rimozione dei 123 lucchetti che si trovavano sul parapetto del ponte.
L'operazione è stata effettuata dai tecnici di Veritas: un intervento durato pochi minuti per un fenomeno che l'assessore ha definito "dilagante e che deturpa aree di pregio".
Un'operazione che ha impegnato e impegna direttamente l'ufficio Qualità urbana del Comune: una sorta di sportello per le segnalazioni dei cittadini che nel solo mese di maggio ha ricevuto ben 85 richieste di interventi per sanare situazioni di degrado in Centro storico e in Terraferma. In particolare sono state segnalate affissioni abusive lucchetti dell'amore appunto e graffiti sui muri.
A spiegare i motivi dell'intervento odierno è lo stesso assessore Carla Rey.

ASSESSORE REY: "Abbiamo voluto risolvere il problema 'lucchetti' che danneggiano e deturpano la città e creano anche danni perché la ruggine dei lucchetti ovviamente (non in questo ponte dell'Accademia ma in quello degli Scalzi) va a incidere sulle parti marmoree. E' un'operazione importante perché fa capire alla città che siamo sensibili al rispetto e all'amore per questa bellissima città che va anche in questo senso tutelata. Per cui iniziative di questo tipo (oltre ad altre) sono di continuo monitoraggio e di continuo intervento per il recupero di tutte quelle che sono le parti lese e colpite del nostro patrimonio artistico. Di fronte al dilagare di queste nuove mode stiamo concertando assieme alla Polizia municipale di rivedere quelle che possono essere le normative sanzionatorie in materia di rovina e oltraggio al nostro patrimonio."

Città di Venezia

Recapiti e contatti

Seguici su