Archivio Storico - Biblioteca

Biblioteca amministrativa, libri, opuscoli

Durante l'Ottocento - e precisamente a cominciare dal 1874 - e i primi decenni del novecento, accanto e unitamente all'Archivio, venne formandosi una cospicua 'Biblioteca Municipale'.
Debitamente munita di schedario (qualche scheda e stata ritrovata sparsa qua e là), inventariata ciclicamente (l'elenco dei libri e degli opuscoli presenti fu spesso riportato nei Rendiconti Morali o stampato a parte), seguì da un certo momento le sorti e le peregrinazioni dell'Archivio.
La maggior parte dei volumi è bensì confluita, alla fine, alla Celestia ma non prima di essere stata sottoposta ad una 'interessata' selezione: qualche pubblicazione infatti, con relativa etichetta e numero d'inventario, risulta ancor oggi presente presso i più svariati uffici comunali.
Lo schedario invece non è più stato ritrovato ed un confronto sommario con gli elenchi, anche parziali, ancora presenti fa sorgere il legittimo dubbio che più di qualche volume manchi all'appello.


Un vero peccato. La biblioteca consta fondamentalmente di due parti: una, che potremmo definire amministrativa, raccoglie leggi, decreti e pubblicazioni in genere che servivano direttamente a una corretta amministrazione; l'altra, che si potrebbe denominare generale, raccoglie le pubblicazioni più varie ricevute o prodotte dal Comune.
Per dare una minima idea della sua consistenza basti solo qui rilevare, relativamente alla prima parte, la presenza, quasi senza soluzione di continuità della collezione delle leggi dei vari governi—francese, austriaco, italiano— dal 1797 al secondo dopoguerra, la collezione degli "Atti parlamentari" di Camera e Senato dalla costituzione del Regno d'Italia al fascismo; la numerosa serie di manuali, prontuari e regolamenti relativi ai più svariati rami dell'amministrazione.
Più ricca e varia la seconda parte composta da libri, riviste e opuscoli i più diversi, riguardanti spesso aspetti particolari della città e del territorio circostante. Questa costituisce di per se stessa una lezione ed un esempio: libri ed opuscoli infatti sono essenzialmente materiale prodotto da vari uffici municipali o pervenuto in omaggio al Podestà/Sindaco da privati cittadini o altre istituzioni e coscienziosamente depositato in archivio.
La biblioteca è stata quasi completamente catalogata su supporto informatico (Isis-Biblo31).

Città di Venezia

Recapiti e contatti

Seguici su