PM10 in atmosfera: confermato il livello 1 "Arancio"

Arpav ha comunicato oggi attraverso il suo nuovo bollettino che i livelli validati del PM10 rilevati dalle centraline posizionate nel territorio comunale hanno segnato un miglioramento della qualità dell'aria. Pertanto, secondo quanto stabilito dall'Accordo padano, da domani, martedì 26 febbraio, il livello di allerta tornerà a essere 0 “verde”.

Nello specifico il livello 0 “verde” stabilisce il divieto di circolazione dal lunedì al venerdi dalle 8:30 alle 18:30 per i ciclomotori e motocicli Euro 0 a due tempi, per le autovetture a uso proprio a benzina Euro 0 e 1 e quelle diesel Euro 0, 1 e 2 e 3, per i veicoli commerciali diesel euro 0, 1, 2 e 3, oltre a limitazioni all'utilizzo degli impianti termici, al riscaldamento dei locali e alle combustioni all'aperto.

Arpav conferma il mantenimento del livello di allerta 1 Arancio, che sarà valido fino al prossimo giorno di controllo previsto per lunedì 25 febbraio, quando il nuovo bollettino comunicherà se passare al livello di allerta 2 Rosso o se retrocedere a livello Verde qualora nel fine settimana le concentrazioni di PM10 presenti in atmosfera rientrassero al di sotto della soglia dei 50 microgrammi/m3.

Arpav oggi ha emesso un comunicato sull’avvenuto raggiungimento del livello 1 – Arancio per l’Agglomerato di Venezia, che si attiva dopo 4 giorni consecutivi di superamento del valore limite consentito per il PM10 di 50 µg/m3.

Pertanto nel Comune di Venezia, da domani, martedì 19 febbraio, e fino a nuova comunicazione, entreranno in vigore le misure di limitazione alla circolazione veicolare per il contenimento degli inquinanti atmosferici previste.

Nello specifico il livello 1 “Arancio” vieta la circolazione per tutti i giorni della settimana, compresi quindi anche sabato e domenica, dalle 8.30 alle 18.30, di ciclomotori e motocicli Euro 0 a due tempi, di autovetture ad uso proprio alimentate a benzina Euro 0 e 1 e diesel Euro 0, 1, 2, 3 e 4 e dei veicoli commerciali N1, N2, N3 alimentati a diesel Euro 1, 2 e 3. Per quanto riguarda l’utilizzo degli impianti termici e delle combustioni, in questi giorni sarà vietato utilizzare impianti termici a biomassa di classe inferiore alle 3 stelle e sarà vietato effettuare combustioni all’aperto. Si ricorda inoltre che non è possibile, in livello arancione, effettuare lo spandimento di liquami zootecnici, in quanto rilasciano composti azotati precursori della formazione di polveri sottili in atmosfera.

Il divieto, come anticipato, sarà valido fino al prossimo giorno di controllo previsto per giovedì prossimo, quando il nuovo bollettino Arpav segnalerà se mantenere il livello 1, se passare a livello 2 o se retrocedere a livello 0 “Verde”, se le concentrazioni di PM10 presenti in atmosfera saranno rientrate al di sotto della soglia dei 50 microgrammi/m3.

Per ulteriori informazioni e approfondimenti vi invitiamo a consultare la pagina web dedicata: https://www.comune.venezia.it/it/content/misure-contenimento-dei-livelli-concentrazione-pm10

Venezia, 18 febbraio 2019

Città di Venezia

Recapiti e contatti

Seguici e condividi su