La formazione del PAT

LA FASE DI PARTECIPAZIONE E CONCERTAZIONE

La redazione del PAT è stata preceduta dall'elaborazione di un Documento Preliminare, la cui prima stesura è stata adottata dalla Giunta Comunale con deliberazione n. 533 del 5.10.2007, che ha rappresentato la base principale di dibattito sulla quale strutturare il processo di concertazione e partecipazione previsto dalla Legge Regionale Urbanistica 11/2004.

Tale processo si è sviluppato tra la fine del 2007 e l'inizio del 2008 attraverso una serie di incontri con le rappresentanze economiche e sociali della città.

L’Amministrazione Comunale nel riavviare l'iter per l'adozione del PAT, a partire dalla seduta di Giunta del 23.12.2010, ha ritenuto di dar vita ad una ulteriore fase di partecipazione e concertazione con il coinvolgimento dei diversi "portatori di interesse" e delle Municipalità, fase che è poi sfociata nell’adozione del piano da parte del Consiglio Comunale con la deliberazione n. 5 del 30-31/01/2012.

In attuazione della direttiva 2001/42/CEE, recepita dalla LR 11/2004, tutti i passaggi di formazione del PAT sono stati assoggettati a VAS (Valutazione Ambientale Strategica), al fine di verificarne la sostenibilità delle scelte. (vedi documenti allegati a fondo pagina)

Il Consiglio Comunale, nella seduta del 30 e 31 gennaio 2012, con  deliberazione n. 5 ha adottato il Piano di Assetto del Territorio (PAT), con cui la pianificazione del Comune di Venezia è stata adeguata alle disposizioni della Legge Regionale Urbanistica n. 11 del 2004.

Osservazioni e controdeduzioni

In sede di conferenza di servizi decisoria (Comune/Provincia) del 30/09/2014 il PAT è stato approvato. Con delibera di Giunta della Provincia di Venezia n. 128 del 10/10/2014 ne è stata ratificata l'approvazione. IL PAT è stato pubblicato sul BUR n. 15 del 31 ottobre 2014 e dopo 15 giorni dalla pubblicazione, in data 15 novembre 2014, è divenuto efficace e ha validità a tempo indeterminato.

COMPATIBILITA’ PAT/PRG

Dato atto che la L.R.11/2004 dispone che il Piano Regolatore Generale vigente, per le parti compatibili con il PAT, diventa il Piano degli Interventi, con la deliberazione 98 del 5/12/2014 sono state individuate:

  • le parti del territorio comunale sulle quali la previgente strumentazione urbanistica risulta essere compatibile con il PAT e quindi tuttora in vigore;
  • le parti parzialmente compatibili (compatibilità condizionata) sulle quali oltre alla strumentazione previgente, si dovranno rispettare anche alcune prescrizioni previste dal PAT;
  • le parti in contrasto con il PAT sulle quali la nuova edificazione (anche se prevista dalla previgente strumentazione urbanistica) non è ammessa.

Compatibilità PAT/PRG (Documenti ed elaborati in formato pdf)

Con deliberazione di Consiglio Comunale n. 6 del 6 febbraio 2020 è stata approvata la variante al PAT per il contenimento del consumo di suolo,  come prescritto dalla legge regionale 14 del 2017, che ha introdotto la Tavola 5 “Carta degli Ambiti di urbanizzazione consolidata ai sensi della L.R. 14/2017” e ha modificato il testo delle Norme Tecniche (Artt. 1-4-26-26 bis).