Commemorazioni del Giorno della Memoria 2020

In occasione delle commemorazioni del Giorno della Memoria 2020, lo Europe Direct Venezia Veneto collabora alle seguenti attività del Programma Generale del Comune di Venezia:

  • 7-15 gennaio mostra fotografica "Gli ebrei stranieri di Asolo"
  • 15 gennaio presentazione volume "Messaggi in bottiglia - Ebrei stranieri ad Asolo"
  • 15 gennaio inaugurazione della mostra "Viaggio nella memoria: Binario 21"
  • 18 gennaio incontro "Solo una parola - La forma dell'antisemitismo di ieri e di oggi"
  • 29 gennaio proiezione del film "Gli Invisibili" di Claus Raefle
  • 3 febbraio letture nell'ambito della mostra "Stolen Memory"
  • 5 febbraio Presentazione del libro "Maddalena ha gli occhi viola"

- Dal 7 al 15 gennaio presso la sede del Consiglio d'Europa - Ufficio di Venezia, San Marco 180/c si è tenuta la mostra fotografica tratta dal volume "Messaggi in bottiglia - Ebrei stranieri ad Asolo"
La mostra è stata aperta sino al 15 gennaio con il seguente orario:
Da lunedì a venerdì dalle 10.00 alle 17.00
Sabato e domenica chiuso
 
A cura di: Consiglio d’Europa Ufficio di Venezia, in collaborazione con Vittorio Zaglia, autore del libro "Messaggi in bottiglia - Ebrei stranieri ad Asolo"

Ingresso libero previa registrazione: luca.volpato@coe.int
telefono: 041.3190860


- Mercoledì 15 gennaio alle ore 17:00 presso la sede del Consiglio d'Europa - Ufficio di Venezia, San Marco 180/c si è tenuta la presentazione del volume "Messaggi in bottiglia - Ebrei stranieri ad Asolo".
Saluto: Luisella Pavan-Wolfe, direttrice Ufficio di Venezia del Consiglio d'Europa
Introduzione: Daniele Ferrazza, giornalista
Intervento: Vittorio Zaglia, autore del volume
 
A seguire finissage della mostra fotografica tratta dal libro
 

Uno degli aspetti meno noti della Shoà è il fenomeno dell'internamento libero, cui furono assoggettati circa 3800 ebrei stranieri che, rifugiatisi nei territori occupati dall'esercito italiano, furono da qui inviati in Italia con l'obbligo di domicilio coatto e la privazione di molte libertà personali. Di questi ebrei, ben 1240 furono alloggiati in paesi del Veneto, soprattutto nelle provincie di Vicenza (oltre 600), Treviso (356) e Rovigo (120). Ad Asolo ne furono ospitati - da novembre 1941 a settembre 1943 - quasi 80, in gran parte provenienti da Zagabria. Questo volume ripercorre l'esistenza di queste persone nei due anni trascorsi ad Asolo e tratteggia i rapporti con la popolazione locale. Grazie all'avvocato Ziga Neumann, portavoce del gruppo, riuscirono tutti a salvarsi dall'arresto dopo l'8 settembre 1943, fuggendo chi al Sud e chi verso la Svizzera. Colpisce l'assoluto silenzio che, a settant'anni di distanza, ancora riveste l'episodio tra i cittadini Asolani, che vollero quasi rimuovere un periodo drammatico della loro storia recente. Con questa pubblicazione speriamo di risvegliare ricordi ancora sopiti di quel periodo drammatico e, al tempo stesso, eroico.

A cura di: Consiglio d’Europa Ufficio di Venezia, in collaborazione con Vittorio Zaglia, autore del libro

Ingresso libero previa registrazione: luca.volpato@coe.int


- Mercoledì 15 gennaio alle ore 10:00 presso la sala San Leonardo, Cannaregio 1584 a Venezia si è tenuta l'inaugurazione della mostra "Viaggio nella memoria: Binario 21".

Saluto:
Ermelinda Damiano, Presidente del Consiglio Comunale di Venezia

Interventi:
Margherita Mannino, attrice che, con la prima parte del suo lavoro teatrale "Finchè la mia stella brillerà", ha raccontato l'infanzia della piccola Liliana Segre protagonista della mostra
Luisella Pavan-Wolfe, direttrice Ufficio di Venezia del Consiglio d'Europa e Marina Scarpa Campos, Vice Presidente dell' Associazione Figli della Shoah

Intervento musicale di Cecilia Vendrasco

La mostra è stata aperta sino al 24 gennaio con il seguente orario:
Da lunedì a venerdì dalle 9.00 alle 13.30 e dalle 15.30 alle 17.30
Sabato e domenica dalle 9.00 alle 13.30
Ingresso gratuito     


- Sabato 18 gennaio alle ore 18.30 presso la sala San Leonardo, Cannaregio 1584 a Venezia si è tenuto l'incontro "Solo una parola - la forma dell'antisemitismo di ieri e di oggi" con Matteo Corradini

Interventi:
Matteo Corradini, scrittore ebraista
Luisella Pavan-Wolfe, direttrice Ufficio di Venezia del Consiglio d'Europa
Marina Scarpa Campos, Vice Presidente dell' Associazione Figli della Shoah

A seguito della presentazione si è svolta la visita guidata della mostra "Viaggio nella memoria: Binario 21".

Ingresso libero previa registrazione: luca.volpato@coe.int
telefono: 041.3190860


- Mercoledì 29 gennaio alle ore 16:30 presso il Cinema Dante d'Essai in Via Sernaglia 10 a Mestre, si è tenuta la proiezione del film "Gli Invisibili" di Claus Raefle con testimonianza di Olga Neerman.

Seconda Guerra Mondiale. Berlino è il centro politico del conflitto che sta travolgendo il mondo. I suoi abitanti sono vittime di bombardamenti e gli ebrei berlinesi vivono il dramma delle deportazioni. Un gruppo di giovani ebrei, composto da quattro adolescenti, riesce a nascondersi in un appartamento, sottraendosi alle retate. Ciascuno di loro lavora al boicottaggio del sistema nazista, partecipando ad una forma di resistenza segreta e inarrestabile. "Gli Invisibili" è ispirato ad una storia vera: i giovani sono sopravvissuti al conflitto e raccontano nel film le atrocità vissute personalmente.

Guarda il trailer del film

Introduzione
Luisella Pavan-Wolfe, direttrice Ufficio di Venezia del Consiglio d'Europa
Marina Scarpa Campos, Vice Presidente dell'Associazione Figli della Shoah
Silvano Sguoto Cinema Dante
Michelangelo Morello Quarta Parete-Venezia

A cura di: Consiglio d’Europa Ufficio di Venezia, in collaborazione con l'Associazione Figli della ShoahCinema Dante, Europe Direct Venezia.

Ingresso libero fino ad esaurimento posti

Per maggiori informazioni scrivere a luca.volpato@coe.int


- Lunedì 3 febbraio alle ore 11.00 presso l'aula Baratto dell'Università Ca'Foscari, Dorsoduro 3246, Venezia, si è tenuta la lezione "Il campo di Fossoli: da campo di internamento a Villaggio San Marco" nell'ambito della mostra " #StolenMemory - Gli Internati Militari Italiani: memoria, diritti violati, risarcimenti" a cura di Marzia Luppi, Direttrice della Fondazione ex campo Fossoli.

Introduzione di Luisella Pavan-Wolfe, direttrice Ufficio di Venezia del Consiglio d'Europa e Sara De Vido, docente dell'Università Ca' Foscari Venezia.

A seguito della presentazione si è svolta la visita guidata alla mostra

A cura di: Consiglio d’Europa Ufficio di Venezia, in collaborazione con l' Università Ca' Foscari Venezia

Ingresso libero, si raccomanda la prenotazione: luca.volpato@coe.int
telefono: 041.3190860


- Mercoledì 5 febbraio alle ore 17.00 presso la sede italiana del Consiglio d'Europa, S. Marco 180/c - Venezia, si è tenuta la presentazione del libro "Maddalena ha gli occhi viola" nell'ambito delle commemorazioni del Giorno della Memoria 2020.

Risultati immagini per presentazione del libro maddalena ha gli occhi viola

Introduzione di Luisella Pavan-Wolfe, direttrice Ufficio di Venezia del Consiglio d'Europa e Alessandro Cuk, presidente associazione Venezia Giulia e Dalmazia comitato di Venezia. Relatrice: Rosanna Turcinovich Giuricin, autrice del libro. 

A cura di: Consiglio d’Europa Ufficio di Venezia, in collaborazione con Associazione Nazionale Venezia Giulia e Dalmazia.

Ingresso libero, registrazione all'evento obbligatoria: 041.3190860

 

 

Europe Direct del Comune di Venezia
numero verde gratuito 800 496200
infoeuropa@comune.venezia.it
www.comune.venezia.it/europedirect
www.facebook.com/EuropeDirectVenezia