Censimento della popolazione e abitazioni

 

News: Il Censimento della Popolazione e delle abitazioni riparte ad ottobre 2021 con il coinvolgimento di 3.277 famiglie del Comune di Venezia per l'indagine da Lista e di altre 837 per l'indagine Areale.

Il Censimento permanente della popolazione e delle abitazioni è previsto dal Regolamento del Parlamento europeo e del Consiglio (CE) n. 763 del 9 luglio 2008; è stato introdotto nell’ordinamento italiano dal d.lgs 179/2012, convertito con modificazioni dalla legge 221/2012, ed indetto con la Legge 27 dicembre 2017, n. 205 (comma 227 lett. a).

Il Censimento permanente della popolazione e delle abitazioni è la rilevazione che viene avviata da Istat con cadenza annuale (non più decennale), che consente di ricavare informazioni continue e tempestive sulle principali caratteristiche socio-economiche della popolazione dimorante abitualmente in Italia.

Il Censimento permanente non coinvolge tutte le famiglie nello stesso momento, ma solo un campione selezionato di esse e, grazie all’integrazione dei dati raccolti con le rilevazioni campionarie con quelli provenienti dalle fonti amministrative, consente di restituire informazioni rappresentative dell’intera popolazione.

Le prime due rilevazioni del 2018 e 2019 hanno visto il coinvolgimento per anno di un campione di circa un milione e quattrocentomila famiglie in oltre 2.800 comuni. L’ultima rilevazione si è chiusa il 20 dicembre 2019.

Nel 2020, a fronte dell’emergenza Covid-19, l’Istat ha modificato parzialmente il disegno censuario sospendendo, per la piena tutela della salute delle famiglie e dei lavoratori, le attività di raccolta dati sul territorio e presso le famiglie, tradizionalmente svolte da ottobre a dicembre, privilegiando soluzioni metodologiche più adeguate al contesto, come l’intensificazione dell’utilizzo dei dati amministrativi.

 

 

 

 

Ultimo aggiornamento: giugno 2021