CANDIANI GROOVE GENNAIO-MARZO 2018

 
 
Spazio ai nuovi talenti anche nel programma gennaio marzo di Candiani Groove, con l’esibizione di due giovanissimi. Djana Sissoko ha appena 18 anni, figlia del noto polistrumentista maliano Baba, al Candiani si esibirà a fianco del padre come ospite di Mediterranean Blues il nuovo progetto di Sissoko in programma il 28 gennaio. Per il giorno di San Valentino sarà invece protagonista Francesco Taskayali un giovane musicista italo turco e nuovo astro del pianismo internazionale. Comincia a comporre musica per pianoforte all’età di tredici anni e sta per pubblicare il suo quarto album dopo due lunghe tournée in Italia e nel mondo.
Spazio anche a molte voci femminili, interpreti affascinanti e intriganti. La prima, il 13 gennaio, è la carismatica ed indipendente Alsarah, accompagnata da The Nubatones. Autrice, compositrice ed etnomusicologa appartiene a quella generazione di artisti capaci di fondere tradizioni, contaminazioni e contemporaneità. The Guardian l’ha definita la nuova star del pop nubiano.
Con Lula Pena, cantante e poetessa portoghese, il 3 febbraio ci godremo un concerto profondo e intimo come la sua voce.
Emel Mathlouthi è invece una talentuosa autrice e cantante tunisina, sua la voce magnetica che si levò in Piazza Tahir quando ebbe inizio la Primavera Araba e sua la canzone Kelmti Horra (La mia parola libera) che divenne l’inno di quelle proteste. Ensen è l’album potente e oscuro che Emel presenterà il 9 febbraio.
Seipedeh Raissadat è invece la voce del Rohab Ensemble che il 24 febbraio proporrà un concerto di musica classica iraniana, mentre domenica 4 marzo Teresa de Sio guiderà il suo “acoustic power trio” all’interno di un Pensiero Meridiano. Un viaggio nell'essenza della sua musica, i suoi successi pop, la musica popolare che l'ha resa la più grande folk singer italiana, le incursioni nella musica dell'amico Pino Daniele.
Venerdì 23 marzo “due figure enigmatiche che sembrano uscite da un’altra epoca un cowboy con tanto di cappello e stivali e una ragazza dalla voce nera e dalle labbra rosse.” Così li ha definiti Andrea Morandi sulle pagine del Venerdì di Repubblica. Si tratta di Ilaria Graziano & Francesco Forni -li ritroviamo anche nella colonna sonora di Gatta Cenerentola film di animazione in concorso all’ultima Mostra del Cinema di Venezia- e presenteranno il loro terzo attesissimo album in uscita proprio a marzo
Evento speciale il 18 febbraio, il palco dell’auditorium si trasforma in un tablao de flamenco, con tutta la passione e l’energia della coreografa Carmen Meloni e la compagnia Flamenco lunares che porta in scena il nuovo Pasiòn flamenco con musica dal vivo e il lamento del cantaor, l’insuperabile Ana Rita Rosarillo.
A completare la variegata proposta inoltre, il 21 gennaio Paolo Botti con La fabbrica dei botti e l’omaggio ad Alan Lomax, etnomusicologo e produttore discografico americano e più in generale un omaggio al blues. Il 15 marzo Ethan Iverson che, salutato il trio Bad Plus, ha aderito ad una nuova esperienza ed è al suo primo tour europeo con l’inedito trio.
Il 29 marzo infine l’atteso recupero dell’appuntamento con Enzo Avitabile e il suo Acoustic World.

 

Elisabetta Da Lio

 

Città di Venezia

Recapiti e contatti

Seguici e condividi su