Polveri sottili: buone pratiche comportamentali

ultimo aggiornamento 4/10/2019

Ecco alcuni consigli e buone pratiche comportamentali per la riduzione dell'esposizione all'inquinamento e  per non non incrementare la diffusione di polveri sottili in atmosfera:

  • gli individui o i gruppi sensibili come anziani e bambini oppure le persone in precarie condizioni di salute, limitino la loro attività all'aperto ed evitino di trattenersi a lungo in aree con intenso traffico
  • evitare di tenere i bambini ad un'altezza di 30-50 centimetri dal suolo (livello a cui si propaga la maggior parte delle emissioni dei veicoli a motore), utilizzando invece per il loro trasporto carrozzine, passeggini e zaini di altezza superiore;
  • la sussistenza di malattie respiratorie e cardiache (anche lievi come l'influenza e la bronchite) amplifica gli effetti negativi sulla salute;
  • in auto azionare l'impianto di riciclo dell'aria durante il transito in aree urbane;
  • rispettare rigorosamente i divieti relativi al fermo vetture;
  • limitare la velocità massima a 40 km/h in ambito urbano e a 90 km/h in ambito extraurbano e autostradale;
  • non riscaldare i motori da fermi, ma partire subito con guida non aggressiva;
  • prediligere l'utilizzo dei trasporti pubblici, evitando il più possibile l'impiego del proprio mezzo (sia auto che moto), in particolare se diesel;
  • utilizzare in modo condiviso l'automobile, per diminuire il numero dei veicoli circolanti (car-sharing, car-pooling);
  • valutare la possibilità di utilizzare la bicicletta in zone extraurbane;
  • evitare qualsiasi tipo di combustione;
  • limitare l’utilizzo gli impianti termici degli ambienti mantenendo la temperatura massima a 19°C (con 2 ° di tolleranza);

Si invita inoltre alla consultazione della pagina web di ARPA Veneto che suggerisce alcuni importanti  comportamenti virtuosi