2021 Anno Europeo delle Ferrovie

#EUYearofRail

Venerdì 1° gennaio 2021 ha segnato l'inizio dell'Anno europeo delle ferrovie.

L'iniziativa della Commissione europea metterà in luce i vantaggi della ferrovia come mezzo di trasporto sostenibile, intelligente e sicuro, incoraggiandone l'uso da parte dei cittadini e delle imprese per contribuire agli obiettivi del Green Deal dell'UE.
 
Adina Vălean, Commissario europeo per i trasporti, ha dichiarato: “La nostra futura mobilità deve essere sostenibile, sicura, confortevole e conveniente. La ferrovia offre tutto questo e molto di più! L'Anno europeo delle ferrovie ci offre l'opportunità di riscoprire questo modo di trasporto. Attraverso una serie di azioni, useremo questa occasione per aiutare la ferrovia a realizzare il suo pieno potenziale".
 

Il futuro è la ferrovia

 
Nell'UE, la ferrovia è responsabile di meno dello 0,5% delle emissioni di gas a effetto serra legate ai trasporti. Questo la rende una delle forme più sostenibili di trasporto passeggeri e merci. La ferrovia è inoltre eccezionalmente sicura e collega persone e imprese in tutta l'UE tramite la rete di trasporto transeuropea (TEN-T).
Nonostante questi vantaggi, solo il 7% dei passeggeri e l'11% delle merci viaggiano in treno.
 
2021 ANNO EUROPEO DELLE FERROVIE
 
L'Anno europeo delle ferrovie darà impulso all'aumento di questa quota, riducendo in modo significativo le emissioni di gas serra e l'inquinamento provenienti dai trasporti dell'UE e fornendo un enorme contributo agli sforzi dell'UE nell'ambito del Green Deal europeo.
Essendo il primo anno di piena attuazione del 4 ° pacchetto ferroviario, il 2021 rappresenterà inoltre un passo avanti verso lo Spazio ferroviario europeo unico: una rete ferroviaria europea più efficiente con una mobilità transfrontaliera continua.
 
Il 1 ° gennaio la Commissione europea ha lanciato un sito web dedicato all’iniziativa (https://europa.eu/year-of-rail/index_it) che fornisce ulteriori informazioni nonché una panoramica delle attività previste. Vari eventi e progetti in tutta l'UE metteranno in risalto le molteplici dimensioni della ferrovia: le eccellenze industriali del settore ferroviario europeo; il ruolo della ferrovia nella cultura; la sua importanza per collegare regioni, persone e imprese; la sua parte nel turismo; il suo coinvolgimento nelle relazioni dell'UE con i paesi vicini.
 
L'Anno europeo delle ferrovie si rifletterà anche sull'agenda legislativa della Commissione, con proposte su un nuovo partenariato industriale ferroviario, migliori collegamenti intermodali e maggiore sostenibilità del sistema ferroviario nel suo complesso, come indicato nella recente Strategia di mobilità.
 
Il contesto legislativo
L'iniziativa, proposta dalla Commissione europea a marzo e adottata dal Parlamento europeo e dal Consiglio nel dicembre 2020, fa parte degli sforzi dell'UE nell'ambito del Green Deal europeo, il piano dell'UE per rendere la propria economia sostenibile raggiungendo la neutralità climatica entro il 2050. Uno degli elementi chiave del piano è l'introduzione di mezzi di trasporto più puliti e più sani, poiché il settore dei trasporti è attualmente responsabile di circa il 25% delle emissioni di gas a effetto serra dell'Unione. Il Green Deal europeo mira a una riduzione del 90% delle emissioni dei trasporti entro il 2050. Per raggiungere questo obiettivo e garantire che i trasporti continuino a fare la loro parte durante la transizione verso un'economia dell'UE pulita, digitale e innovativa, la Commissione ha adottato la sua Strategia per la mobilità sostenibile e intelligente nel dicembre 2020. Questa delinea il percorso verso una mobilità maggiormente intelligente e resiliente, e comprende tappe fondamentali, come il raddoppio del traffico ferroviario ad alta velocità entro il 2035 ed il raddoppio del trasporto  ferroviario di merci entro il 2050.
La Commissione presenterà un piano d'azione per promuovere il trasporto ferroviario di passeggeri il prossimo anno, prevedendo misure per aumentarne la capacità e semplificare l'emissione di biglietti multimodali.
 
Per informazioni:
EUROPE DIRECT
Via Spalti 28 -  Mestre Venezia
telefono 345.8358360
e-mail: infoeuropa@comune.venezia.it

 

Revisione dei contenuti: 20/07/2021