Blocco dei Ponti Translagunari

Cosa fa la Protezione Civile

Visto che non è possibile prevedere data e gravità dell'interruzione del traffico sui ponti di collegamento translagunare, questo tipo di calamità non prevede la fase di attenzione, mentre si può dare la fase di preallarme per l'attivazione dell'Unità Operativa di Protezione Civile, del C.O.C. (Centro Operativo Comunale) e per l'organizzazione dei soccorsi.

Al manifestarsi dell'evento la fase di allarme scatta dal momento in cui il responsabile tecnico dell'intervento presente sul luogo dell'incidente comunica la gravità della situazione e la necessità di procedere al blocco del traffico viario e ferroviario, fino ad avvenuto travaso dell'autocisterna incidentata. L'operazione richiede circa sei ore.

La fase di rientro nella normalità inizia quando il responsabile tecnico dell'intervento (comandante dei VV.F. o suo delegato) dichiara il cessato pericolo.
Al termine dell'emergenza il Sindaco o suo delegato dichiara il ritorno allo stato di normalità.

 
Incidente sul ponte della Libertà
 
Il ponte della Libertà visto dall'alto

Cosa deve fare il cittadino

  • Seguire le indicazioni fornite dalle forze dell'ordine e dai volontari della Protezione Civile
  • Consultare il sito internet del comune per avere maggiori informazioni