Demanio Marittimo

Con L.R.V. 33/2002, la Regione Veneto ha demandato ai Comuni costieri la funzione amministrativa per il rilascio, il rinnovo e ogni modificazione inerente le concessioni demaniali marittime a finalità turistico-ricreative.
 
Il Comune di Venezia ha attualmente in gestione 31 concessioni demaniali marittime al Lido e Pellestrina, la cui scadenza è prorogata al 31 dicembre 2033 ai sensi dell'art. 1, commi 682 e ss. della L. 145/2018.
 
Il Servizio Assegnazioni e Gestioni Contrattuali ed Esercizio delle Funzioni in Materia di Demanio Marittimo, si occupa delle funzioni amministrative trasferite ai Comuni in materia di demanio marittimo con finalità turistiche – ricreative ed in particolare:
 

- della redazione dell’ordinanza sulle attività balneari;

- dei procedimenti di rilascio e di modifica delle concessioni demaniali marittime a finalità turistico-ricreative, incluse le procedure ad evidenza pubblica;

- dei procedimenti di affidamento a terzi delle attività oggetto di concessione ai sensi dell’art. 45 bis Cod. Nav.;

- dei procedimenti di autorizzazione all’occupazione temporanea di aree del demanio marittimo a finalità turistico-ricreative;

- dei procedimenti di revoca e decadenza dalle concessioni demaniali marittime a finalità turistico-ricreative;

- dell’accertamento e riscossione dei canoni demaniali e della relativa imposta regionale;

- di monitorare e vigilare sul corretto adempimento degli obblighi derivanti da concessione;

- della gestione del portale integrato per la pianificazione del demanio e dello spazio marittimo SID- Il portale del Mare;

- di partecipare al tavolo tecnico dei Comuni del litorale veneto;