Premio Letterario Settembrini

grafica

E’ stato pubblicato il bando della 58° edizione del Premio Letterario “Regione del Veneto - Leonilde e Arnaldo Settembrini – Mestre”. Il termine fissato dalla Giunta regionale, per partecipare al Premio Letterario, è martedì 31 agosto. 

Le opere - raccolte di novelle o racconti scritti da un unico autore – dovranno pervenire secondo i termini indicati nel bando e rispettare le seguenti caratteristiche: editi a stampa in un volume unico, scritti in lingua italiana e pubblicati entro il biennio precedente. 

La Giuria Tecnica è composta da cinque componenti (esperti di letteratura, critici letterari, giornalisti e qualificati professionisti del mondo della cultura), oltre al Presidente emerito, Giorgio Pullini, e ad un giurato onorario erede/discendente di Arnaldo Settembrini, Grazia Di Marcantonio: Giancarlo Marinelli (Presidente della Giuria), Manlio Celso Piva, Massimiliano Forza, Simona Nobili e Maria Grazia Tornisiello.

Il Premio verrà decretato da una Giuria dei Lettori che, per l'edizione 2021, sarà composta da 30 giurati di maggiore età, selezionati fra gli abbonati del Teatro Toniolo di Mestre, storica cornice che da anni ospita la cerimonia finale del Premio, con voto in diretta live. Al vincitore verrà assegnato un premio 4.000,00 euro al lordo delle ricevute di legge, mentre agli altri due finalisti verrà assegnato un premio di 1.000,00 euro ciascuno al lordo delle ricevute di legge.

“Nel corso degli anni – ha commentato l’Assessore regionale alla Cultura, Cristiano Corazzari - il Premio ha mantenuto la sua peculiarità, data dall'essere riservato esclusivamente al genere letterario dei racconti e novelle, ed ha consolidato il suo prestigio nell'ambito della produzione letteraria grazie anche all'impegno della Regione del Veneto nel garantire la qualità del Premio”. Continuiamo in questo modo a tenere viva questa straordinaria iniziativa – ha aggiunto l’Assessore – che ci consente anche di coinvolgere e collaborare con le giovani generazioni”.

Il Premio è stato istituito nel 1959, da Arnaldo Settembrini, appassionato di letteratura, e lo dedicò alla memoria della consorte Leonilde Castellani Settembrini, scrittrice di novelle. Dal 1989, la Regione del Veneto ne cura direttamente lo svolgimento quale impegno collegato al lascito di proprietà immobiliare da parte di Arnaldo Settembrini a favore della Regione stessa.

Nel corso degli anni, hanno fatto parte della Giuria del Premio, personaggi illustri della letteratura italiana contemporanea tra cui Italo Calvino, Aldo Palazzeschi, Dino Buzzati. 

Il bando è consultabile nel sito della Regione del Veneto