Il piano di classificazione acustica

Ai sensi della Legge 447 del 2005 "Legge quadro sull'inquinamento acustico", il Comune di Venezia si è dotato del “Piano di Classificazione Acustica” (approvato con D.C.C. n. 39 del 10/02/2005), basato sulla suddivisione del territorio comunale in zone omogenee corrispondenti a sei classi. Per ciascuna classe sono definiti dei precisi parametri acustici da rispettare.
La zonizzazione acustica fornisce una mappa di come ‘dovrebbe essere il territorio' dal punto di vista del rumore, per garantire un’adeguata tutela dei cittadini dall’inquinamento acustico e rappresenta quindi la situazione a cui tendere.

Documenti amministrativi correlati al Piano:
Delibera del Consiglio comunale n. 39/2005 (apre PDF)
Norme Tecniche di Attuazione (apre PDF)
Relazione al Piano (apre PDF)
Delibera del Consiglio comunale n. 119/2008 (apre PDF) -  modifica per Murano

CLASSIFICAZIONE ACUSTICA DEL TERRITORIO COMUNALE
Per conoscere la classe acustica di una determinata zona del territorio del comune di Venezia, si può utilizzare il Sistema Informativo Territoriale (apre nuova finestra)

La procedura da seguire è:
1) cliccare su "PIANO DI CLASSIFICAZIONEACUSTICA";
2) mettere la spunta su "Piano classificazione acustica";
3) inserire nel campo"Indirizzo" in fondo alla pagina la via o sestiere e numero civico;
4) dopo la visualizzazione della zona di interesse, cliccare il pulsante di informazione (interroga dati vettoriali) e successivamente cliccare sulla porzione di mappa selezionata;
5) si aprirà una finestra che fornirà tutte le informazioni richieste.
 
LE CLASSI ACUSTICHE

La classificazione acustica è basata sulla suddivisione del territorio comunale in zone omogenee corrispondenti alle 6 classi individuate dal D.P.C.M. 14/11/1997:

Classe I - aree particolarmente protette: rientrano in questa classe le aree nelle quali la quiete rappresenta un elemento di base per la loro utilizzazione: aree ospedaliere, scolastiche, aree destinate al riposo ed allo svago, aree residenziali rurali, aree di particolare interesse urbanistico, parchi pubblici, ecc.
Classe II - aree destinate ad uso prevalentemente residenziale: rientrano in questa classe le aree urbane interessate prevalentemente da traffico veicolare locale, con bassa densità di popolazione, con limitata presenza di attività commerciali ed assenza di attività industriali e artigianali.
Classe III - aree di tipo misto: rientrano in questa classe le aree urbane interessate da traffico veicolare locale o di attraversamento, con media densità di popolazione, con presenza di attività commerciali, uffici con limitata presenza di attività artigianali e con assenza di attività industriali; aree rurali interessate da attività che impiegano macchine operatrici.
Classe IV - aree di intensa attività umana: rientrano in questa classe le aree urbane interessate da intenso traffico veicolare, con alta densità di popolazione, con elevata presenza di attività commerciali e uffici, con presenza di attività artigianali; le aree in prossimità di strade di grande comunicazione e di linee ferroviarie; le aree portuali, le aree con limitata presenza di piccole industrie.
Classe V - aree prevalentemente industriali: rientrano in questa classe le aree interessate da insediamenti industriali e con scarsità di abitazioni.
Classe VI - aree esclusivamente industriali: rientrano in questa classe le aree esclusivamente interessate da attività industriali e prive di insediamenti abitativi.

INFO UTILI

 (4.36 MB)Scarica il manuale delle buone pratiche sul disinquinamento acustico (4.36 MB)(apre PDF)

 

Città di Venezia

Recapiti e contatti

Seguici e condividi su