A perdifiato, ritratto in piedi di Tina Merlin

foto di Tina Merlin

Il Centro Culturale Candiani, in collaborazione con il Centro Donna - Comune di Venezia presenta lo spettacoloa cura di fatebene sorelle e Patricia Zanco

A perdifiato, ritratto in piedi di Tina Merlin
venerdì 16 settembre, ore 21.30
presso il Centro Culturale Candiani

Regia di Daniela Mattiuzzi
Drammaturgia di Luca Scarlini e Daniela Mattiuzzi con Patricia Zanco

realizzato con il sostegno della Provincia di Trento e Tracce di Teatro d'Autore e con il Patrocinio di Premio Ilaria Alpi e il Teatro D'Impegno civile e Legambiente O.N.L.U.S.

ingresso: intero 7 euro - ridotto 5 euro
(Candiani Card, CinemaPiù, studenti)
Biglietti in vendita a partire dal 6 settembre
 

 

Ilaria Alpi e Tina Merlin due donne, due giornaliste, entrambe hanno svolto la propria professione con impegno e senso etico non comuni. Due donne che hanno saputo raccontare la complessità degli eventi con un unico obiettivo, arrivare a svelare sempre ogni possibilità di verità.
A perdifiato, spettacolo teatrale che il "Premio Ilaria alpi e il Teatro D'Impegno Civile" dedica a Tina Merlin, racconta la passione di una donna verso il giornalismo.
"Magari fossi riuscita a turbare l'ordine pubblico" così scriveva Tina Merlin dopo i tragici eventi che la videro coinvolta e processata per aver denunciato i rischi e le irregolarità del Vajont. Oggi che l'Italia si sbriciola, che paesi interi sono cambiati per sempre, che la montagna ti arriva fin dentro casa come a Maierato o Giampillieri dove sotto a colate di fango l'Italia sprofonda, gli articoli che la Merlin scriveva su L'Unità negli anni Cinquanta e Sessanta sono spaventosamente attuali. Sembra l'incubo del ritorno, quasi a rivivere le stesse situazioni drammatiche con le popolazioni che sorvegliano inermi le colline che scendono a valle, col fiato sospeso, agghiacciate, senza più sangue nelle vene.