Modalità di consultazione

La consultazione ai sensi della L. 241/90, del D. Lgs. 42/2004 e del Codice deontologico degli storici e degli archivisti può avvenire esclusivamente su appuntamento (da richiedere via email all'indirizzo archiviogenerale@comune.venezia.it), previa indicazione da parte dell'utente degli esatti estremi dei fascicoli da consultare (anno, classificazione, numero di fascicolo oppure anno e numero di fascicolo, etc., a seconda delle modalità di ordinamento della serie archivistica di appartenenza), in modo tale che i fascicoli possano essere prelevati dai depositi nei giorni che precedono l'appuntamento ed essere immediatamente a disposizione dell'utente.

Nel caso in cui non disponga degli estremi dei fascicoli da consultare, l'utente può chiedere sempre via email all'Archivio di effettuare una ricerca nei database disponibili oppure può richiedere un appuntamento per la consultazione in sede degli strumenti di ricerca cartacei.

Potranno essere dati in consultazione al massimo 3 pezzi (fascicoli, registri, etc.) al giorno a richiedente nella sede di Venezia e 5 pezzi (fascicoli, registri, etc.) al giorno a richiedente nella sede di Mestre; i registri presenti in sala di studio non rientrano nel conteggio dei pezzi in quanto la loro collocazione è “a scaffale aperto”.

Gli utenti che non possono essere presenti all'appuntamento sono pregati di avvisare con un congruo anticipo. Per la consultazione viene fissato un nuovo appuntamento. In caso di mancato preavviso o di appuntamento posticipato di oltre una settimana, i fascicoli saranno ricollocati nei depositi.

Le modalità sopra citate si applicano anche agli utenti interni all'Amministrazione comunale che consultino il materiale direttamente in sala di studio.