MigrAzioni Femminili

Locandina di MigrAzioni FemminiliMestre Centro Culturale Candini Sala Seminariale ore 17.30

Il Centro Donna Multiculturale del Comune di Venezia, in collaborazione con il Centro Culturale Candiani, propone per il mese di dicembre tre incontri cinematografici dedicati alle migrazioni femminili.
Tre storie diverse di donne, dall'Iran all'Italia passando per l'ex Unione Sovietica, con il viaggio come comun denominatore. Le proiezioni saranno accompagnate da una breve presentazione e da un dibattito a cura del servizio proponente.

Programma

Martedì 6 dicembre, ore 17.00
Persepolis

di Marjane Satrapi e Vincent Paronnaud (2007, 95')
Introduce Cristina Morello, Videoteca di Mestre
Interviene Anna Vanzan, Università Statale di Milano
Con la partecipazione della Casa della Cultura Iraniana di Mestre
Il film racconta l'infanzia della regista dalla Rivoluzione del 1979, che porta alla caduta dello Scià di Persia, all'instaurazione della Repubblica Islamica. Dopo la guerra contro l'Iraq la repressione interna diventa sempre più dura finché i genitori di Marjane decidono di mandarla a studiare in Austria per proteggerla. A Vienna, a 14 anni, la regista vive la sua seconda "rivoluzione": l'adolescenza, la libertà, l'amore ma anche l'esilio, la solitudine, la diversità in un'Europa incapace di accogliere veramente il diverso. Il film ha vinto il Premio della giuria al Festival di Cannes 2007.

Martedi' 13 Dicembre, ore 17.00
Lilya 4-ever
di Lukas Moodysson (2002, 109')
Introduce Cristina Morello, Videoteca di Mestre
Intervengono Giuseppina di Bari, Servizio Protezione sociale e umanitaria, Comune di Venezia
Luminita Munteano, mediatricce culturale
Il film, che si basa in gran parte sulla vita reale di una donna lituana, è duro e drammatico ma anche ricco di poesia, con una vena onirico surreale che lo rende un capolavoro. Lilya, adolescente che cresce in una località indefinita dell'ex Unione Sovietica, abbandonata dalla madre, lotta per sopravvivere sognando di partire per una vita migliore. Riuscirà nel suo intento, ma a caro prezzo: diventerà infatti una vittima di tratta.

Martedì 20 dicembre, ore 17.00
Sidelki

di Katia Bernardi (2006, 52')
Introduce Cristina Morello, Videoteca di Mestre
Interviene Katia Bernardi, regista KR Movie
Con la partecipazione dell'Associazione Ucraina Più
Documentario dedicato alle badanti provenienti dall'Est Europa che lavorano in Italia nel settore della cura alle persone anziane. Nel film parlano in prima persona le donne che vediamo muoversi discretamente nei nostri paesi e nelle nostre città. Raccontano di vite spese per aiutare gli altri, partendo da condizioni e percorsi biografici simili: la fine del comunismo, la crisi delle certezze professionali e sociali, le difficoltà economiche, i figli da mandare a scuola. Lasciare il Paese natale per guadagnare soldi da mandare a casa diventa l'unica via d'uscita a disposizione. Ma una volta arrivate in Italia, divengono tutto a un tratto invisibili: "Non abbiamo a chi dirle, queste parole", esclama infatti una delle intervistate.

Informazioni

Centro Culturale Candiani, P.le Candiani 7, Mestre Venezia
Tel. 041 2386128   videoteca.candiani@comune.venezia.it