Il nome

 

Il Centro Culturale Candiani è intitolato al pittore mestrino Luigi Candiani (1903 - 1963).
Luigi Candiani, artisticamente conosciuto a Mestre e nel territorio nazionale con il diminutivo di Gigi, ha iniziato ufficialmente la sua carriera nel mondo dell'arte frequentando la scuola d'arte "Ticozzi" di Mestre, attraverso gli insegnamenti del Maestro Giuseppe Urbani De Gheltof. Nel 1926 partecipò alla prima mostra d'arte organizzata nella sua città natale. Dal 1929 al 1963 espose a tutte le mostre collettive organizzate dall'Opera Bevilacqua La Masa e ad altre prestigiose manifestazioni artistiche (quattro edizioni della Quadriennale di Roma e tre edizioni dell'Esposizione internazionale d'arte di Venezia), cui si aggiungono numerose premiazioni. Nel 1953 vinse in ex equo la terza edizione del Premio Burano con l'opera "Riflessi verso sera". Molte anche le retrospettive organizzate in Italia e all'estero dopo la sua morte. I suoi lavori riguardano soprattutto paesaggi, specialmente veneti (Laguna e Veneziano, ma anche Trevigiano, Padovano e Vicentino) con richiami agli impressionisti. Caratteristica comune dei suoi dipinti erano le strutture portanti in rosa e azzurro, ingrigiti verso gli ultimi anni della sua carriera. A lui è dedicata una piazza di Mestre ed il centro culturale ubicato nella stessa.

Ultimo aggiornamento: 12/05/2017 ore 01:03