Il mercato di Venezia

Venerdì, 17 Gennaio, 2020
Ore: 
17.30
Monologhi teatrali
Teatro di cittadinanza
a cura di Paolo Puppa e Margaret Rose
 
Organizzato dall’Associazione P.E.R. (Pensare elaborare rappresentare) e dall’Associazione Amici delle Arti di Mestre e della Terraferma
 
Lo spettacolo si basa su nove monologhi brevi, relativi al mercato della casa e della dimora come luogo simbolico, fonte spesso di ansia e non più luogo protettivo. Casa da acquistare, casa da cui si subisce lo sfratto, o dove si minaccia una forzata fuoriuscita, casa intorno a cui esplodono rumori di giorno e di notte, casa magari antica, tratta dal Mercante di Venezia. Parlano cittadini di Venezia, del presente e del passato (vedi appunto il rimando al Merchant of Venice shakespeariano), in italiano e in veneziano, creando una sorta di mappatura della città.
E magari prende la parola pure un antico masegno decaduto e spostato rispetto a nobili collocazioni. Il mercato di Venezia rappresenta una drammaturgia di gruppo, in quanto quasi tutti i monologhi sono resi dagli stessi autori, nell’unità di concepimento e di esecuzione.
La regia è a cura di Paolo Puppa che ha coordinato la drammaturgia assieme a Maggie Rose. Quest’ultima ha altresì diretto la traduzione inglese del copione in vista di repliche a Edimburgo nel 2020.
Gli interpreti sono Luca Bagnoli, Luca Colferai, Alberto Madricardo, Paolo Puppa, Adriana Tosi, Cristina Valentini. Guia Varotto.

 

Ingresso libero
Mostra altro