Igiene Ambientale

Il servizio gestisce le segnalazioni in materia di igiene ambientale:

 - Bonifica e programma di controllo di manufatti in opera contenenti amianto (1);
- Procedimenti relativi a certificazione presenza amianto ai fini del Bando di legge speciale;
- Tutela dell'igiene dell'abitato;
- Inquinamento elettromagnetico (2);
- Inquinamento luminoso (3);
- Diffide per sovraffollamento delle abitazioni;
- Ordinanze di sgombero per disagio sociale su parere sanitario ex art. 222 TULSS;
- Ordinanze in materia di divieto di utilizzo d'acqua per uso irriguo;
- Provvedimenti ordinatori in materia di igiene e sanità pubblica;
- Gestione del canone di depurazione ex L. 206/95.

1) PRESENZA DI MANUFATTI IN AMIANTO

L'Ufficio verifica le segnalazioni ricevute e avvia la relativa istruttoria finalizzata alla bonifica ambientale nei confronti di manufatti privati. Per informazioni tecniche si rimanda a:
http://www.arpa.veneto.it/temi-ambientali/amianto
Scarica il Vademecum comunale sulle procedure

2) INQUINAMENTO ELETTROMAGNETICO

Il Servizio a seguito esposto/segnalazione da parte di cittadini richiede l'intervento di Arpav per il monitoraggio dei campi elettromagnetici e per gli eventuali provvedimenti.
Per saperne di più:
Campi Elettromagnetici
http://www.arpa.veneto.it/temi-ambientali/agenti-fisici/radiazioni-non-ionizzanti/cosa-dice-la-normativa

3) INQUINAMENTO LUMINOSO

La Regione del Veneto è stata la prima Regione italiana a prendere coscienza del fenomeno dell’inquinamento luminoso, approvando nel giugno del 1997 la Legge n. 22 recante “Norme per la prevenzione dell’inquinamento luminoso”.
Successivamente, sulla base delle esperienze maturate nel settore e in ragione delle nuove tecnologie intervenute nel campo dell’illuminazione in grado di consentirne una maggiore qualità e un maggiore contenimento della dispersione di luce e del consumo energetico, il Consiglio regionale veneto ha approvato la Legge Regionale 7 agosto 2009, n. 17  , recante “Nuove norme per il contenimento dell’inquinamento luminoso, il risparmio energetico nell’illuminazione per esterni e per la tutela dell’ambiente e dell’attività svolta dagli osservatori astronomici”.
Con tale legge regionale si è inteso promuovere:
- la riduzione dell’inquinamento luminoso e ottico, nonché la riduzione dei consumi energetici da esso derivati;
- l’uniformità dei criteri di progettazione per il miglioramento della qualità luminosa degli impianti per la sicurezza della circolazione stradale;
- la protezione dall’inquinamento luminoso dell’attività di ricerca scientifica e divulgativa svolta dagli osservatori astronomici;
- la protezione dall’inquinamento luminoso dell’ambiente naturale, inteso anche come territorio, dei ritmi naturali delle specie animali e vegetali, nonché degli equilibri ecologici sia all’interno che all’esterno delle aree naturali protette;
- la protezione dall’inquinamento luminoso dei beni paesistici;
- la salvaguardia della visione del cielo stellato, nell’interesse della popolazione regionale;
- la diffusione tra il pubblico delle tematiche relative all’inquinamento luminoso e la formazione di tecnici con competenze nell’ambito dell’illuminazione.

Personale:

Francesca Cominotto
Tel. 041 274 7917
francesca.cominotto@comune.venezia.it

Giovanna Padoan
Tel. 041 274 8317
giovanna.padoan@comune.venezia.it
 
Orario uffici:
lunedì 15.00-17.00
mercoledì 9.30-12.30
(si consiglia su appuntamento)
 

Contatti:

Campo Manin, 1° piano, seconda scala (B) a sinistra
San Marco 4023
30124 Venezia

TEL. 041 274 7925
FAX 041 274 8381
E-MAIL: igiene@comune.venezia.it

PEC: ambiente@pec.comune.venezia.it

Città di Venezia

Recapiti e contatti

Seguici e condividi su