Gran Gala du Cirque

da Domenica, 29 Dicembre, 2019 a Martedì, 31 Dicembre, 2019
 
Domenica 29 Dicembre - ore 16:30
Lunedì 30 Dicembre - ore 19:30
Martedì 31 Dicembre - ore 21:30
 
produzione Circo e Dintorni
 
un’idea di Raffaele De Ritis e Alessandro Serena
 
con
Le anime leggere Dekru
Le cinghie del destino Tim Kriegler
La ruota misteriosa Francisco Rojas
I Titani dorati Golden Power
La luminosa ascensione Olga Golubeva
Il cerchio della vita / La danza nel cielo Katlin Vassileva
Le risate magiche I Lucchettino
L’uomo di gomma Andrey Romanovsky
 

Una straordinaria e unica serata internazionale. Come in un sogno, si alternano sulla scena i più creativi interpreti circensi del mondo, a metà tra la suspense del circo classico e il fascino della danza contemporanea. Artisti dal Lidò di Parigi, dal Festival di Monte Carlo, dai teatri internazionali più prestigiosi e dai circhi più rinomati come il Cirque du Soleil. Un magnifico show di altissimo livello artistico, tra intensa poesia e grande comicità. Un evento irripetibile, che di volta in volta propone elementi variegati e differenti, un parterre di performer incredibili, mantenendo inalterata l’alchimia finale, il risultato eccezionale di un format straordinario. Seguendo ed anticipando le sensibilità del momento e le tendenze del live entertainment, giovani ma già affermati talenti affiancano veterani e star dello spettacolo dal vivo.

Già presentato in alcune delle più esclusive ed incantevoli location italiane, tra le quali l'Anfiteatro d'Annunzio di Pescara, il Vittoriale di Gardone Riviera e Piazza San Marco a Venezia, il Gran Gala du Cirque ha registrato oltre 35.000 spettatori, ospitando 215 artisti di 17 nazioni e presentando più di 130 performance circensi.

Saranno ospiti i migliori protagonisti del panorama circense mondiale facendo calcare il proprio palcoscenico alle personalità più forti dello spettacolo dal vivo contemporaneo. Performer provenienti tra l’altro da Ucraina, Cile, Italia, Ungheria e Bulgaria. Con le sue movenze ora delicate, ora comiche, ora emozionanti, l’elegante quartetto di artisti ucraini Dekru, maestri della pantomima moderna, accompagnerà per tutta la serata il pubblico in un viaggio tra le stelle del nuovo circo. Gli spettatori avranno modo di stupirsi per, tra gli altri, Francisco Rojas, acrobata che danza sospeso volteggiando in un particolare attrezzo chiamato ruota Cyr; i Titani Dorati, un duo di equilibristi possenti come statue, completamente dipinti d’oro; Katlin Vassileva, danzatrice aerea, che presenta un numero acrobatico con l’hula hoop e una poetica esibizione al tessuto e molte altre suggestive sorprese.

Gli artisti in scena:
 
Dekru (Ucraina), teatro fisico
Quattro pluripremiati performer ucraini, esponenti di spicco della pantomima moderna ed eredi spirituali del grande Marcel Marceau, vincitori al Festival Mondiale del Circo di Mosca e al Festival di Clown e Mimi di Odessa. Guidano il pubblico lungo tutto l’evento senza le parole, ricreando situazioni e personaggi solo grazie all’uso sapiente del corpo, in un mix di quadri evocativi e umoristici molto suggestivi.
 
Tim Kriegler (Germania), cinghie aeree
Giovanissimo fenomeno tedesco, è la rivelazione del momento nelle arti aeree. La sua inedita esibizione alle cinghie sospese gli ha valso la medaglia d’argento 2018 al Festival du Cirque de Demain di Parigi, la più prestigiosa vetrina mondiale del circo contemporaneo. A evoluzioni mai viste prima unisce la grazia sublime del danzatore e una naturalezza impensabile.
 
Francisco Rojas (Cile), ruota Cyr
A 8 anni era già membro della squadra di ginnastica artistica del suo paese, il Cile. Nelle sue esibizioni gira nello spazio a 360° grazie alla ruota Cyr, un attrezzo che lo rende simile all’uomo vitruviano di Leonardo, rappresentazione delle proporzioni ideali del corpo umano. Una performance che unisce figure acrobatiche ed emozionati passi di ballo che seguono l’andamento ipnotico della ruota Cyr.
 
Golden Power (Ungheria), mano a mano di forza
Due artisti ungheresi dai corpi statuari. Laureati al Festival di Monte Carlo, guest star del Cirque du Soleil e stelle del Lido di Parigi per un contratto pluriennale. Completamente dipinti d’oro, eseguono una serie impressionante di performance di forza ed equilibrio basate sulle figure muscolari con estrema precisione, tra la possenza dei corpi e l’armonia dei movimenti.
 
Olga Golubeva (Russia), lampione aereo
Proveniente dalla Scuola del Circo di Mosca, fucina di talenti, è un’artista che ad una preparazione tecnica eccellente affianca una performance insolita e affascinante. La sua danza acrobatica prende vita da un lampione, sul quale Olga si muove sinuosa attratta e respinta dalla luce. Un ballo poetico che esalta contemporaneamente la forza dell’essere umano e la sua delicata bellezza.
 
Katlin Vassileva (Bulgaria), hula hoop e tessuto
Katlin viene da una celebre famiglia circense dell’Est Europa e, dopo un tirocinio con maestri di chiara fama, presenta due attrazioni innovative: un numero acrobatico combinato con l’arte dell’hula hoop e una poetica esibizione al tessuto “unico”, una nuova tecnica arricchita da contorsioni aeree.
 
I Lucchettino (Italia), comicità
Con i loro sketch magici-clowneschi si sono esibiti in tutto il mondo: dai varietà al fianco di Arturo Brachetti, agli studi televisivi di Zelig Circus, dal Circo Massimo Show al programma cult della televisione belga Signé Taloche. Definiti dal quotidiano francese Le Figaro “gli Stanlio e Ollio italiani”, hanno vinto il Mandrake d’Or di Parigi, ovvero l’Oscar mondiale della magia.
 
Andrey Romanovsky (Ucraina), contorsionismo eccentrico
Un cappellaio magico dotato di una incredibile flessibilità che gli consente di contorcere il proprio corpo con grande disinvoltura, camminare con le gambe in spaccata con la leggerezza di un danzatore, infilarsi in un tubo del diametro di pochi centimetri e saltare la corda tenendosi in equilibrio con le mani. Un talento eccezionale e unico perfezionato alla Scuola del Circo di Mosca dove, sotto la guida dei massimi registi del circo Valentin Gneushev e Alexander Grimailo, ha dato vita a questo numero che ha girato il mondo arrivando a Las Vegas e ottenendo importanti riconoscimenti al Festival di Monte Carlo.
 
Mostra altro