Le rassegne di Casa del Cinema - Gennaio 2018

Mercoledì, 10 Gennaio, 2018

Con il nuovo anno la Casa del Cinema rinnova le sue rassegne, e nel mese di gennaio da una parte si occuperà del personaggio di Corto Maltese, con la rassegna Corto e il cinema; dall'altra lascerà spazio alla proposta di film dedicata al cinema palestinese, Cinema senza diritti, un appuntamento ormai consueto su questi schermi.

La rassegna dedicata a Corto e il cinema è stata pensata in occasione dei cinquant’anni dalla pubblicazione della prima storia scritta da Hugo Pratt, il suo creatore. Come ricorda il suo storico collaboratore Guido Fuga nel pezzo di presentazione, pubblicato sul numero di gennaio-febbraio del giornale Cultura Venezia, «tanto era il suo [di Hugo Pratt] amore per il cinema e per il suo personaggio che aveva accarezzato il sogno del loro matrimonio, siamo stati insieme a Roma ad incontrare produttori e il mitico Tirelli per la realizzazione della divisa di Corto, si era veramente vicini alla trasposizione cinematografica della Ballata, ma se non si è realizzata è da considerare il troppo amore per la sua creatura che, come diceva, gli pagava le bollette ed ormai era un buon amico che temeva veder svilito in una sorta di Maciste dei mari. Restano i film di animazione che hanno avuto una gestazione travagliata e il maestro è morto prima di vederli…”. Questi film di animazione saranno Una ballata del mare salato (lunedì 8 gennaio), per poi passare a Tropico del Capricorno (venerdì 12 gennaio), proseguendo con Teste e funghi (lunedì 15 gennaio), Sotto la bandiera dell’oro (venerdì 19 gennaio), Le etiopiche (lunedì 22 gennaio) e Corte Sconta detta Arcana (venerdì 26 gennaio) per concludere con La casa dorata di Samarcanda (lunedì 29 gennaio). Doppia proiezione per ciascun titolo alle ore 17.30 e 20.30. Collaterale alla rassegna sarà l’Incontro con Guido Fuga di mercoledì 10 gennaio, in cui lo storico collaboratore di Hugo Pratt introdurrà il personaggio di Corto Maltese, e a seguire verrà proiettato Il trono nero(1953) di Bayron Haskin.

Il tema della rassegna di Cinema senza diritti, come spiegano Pina Fioretti e Maria Grazia Gagliardi sempre su Cultura Venezia, “l’edizione del 2018 di Cinema senza diritti si caratterizza per una selezione di film e documentari che convergono tutti nel delineare un quadro unitario della attualità e della storia palestinese.
Le narrazioni cinematografiche qui proposte evidenziano in maniera magistrale l’impostura della divisione geografica inflitta e la ferita di un prima e un dopo 1948.”. Si parte da Incontro con la terra perduta di Maryse Gargour (martedì 9 gennaio, in versione originale con sottotitoli italiani), per proseguire con Giraffada di Rani Massalha (giovedì 11 gennaio), Pellegrinaggio proibito di Ahmad Damen (martedì 16 gennaio, in versione originale con sottotitoli italiani), Ricucire la Palestina di Carol Mansour (giovedì 18 gennaio, in versione originale con sottotitoli italiani), The Idol di Hany Abu Assad (martedì 23 gennaio), Death Tunneldi Mohamed Harb (giovedì 25 gennaio, in versione originale con sottotitoli italiani) e infine Jenin Jenin Da quando te ne sei andato di Mohammad Bakri (martedì 30 gennaio, entrambi i film in versione originale con sottotitoli italiani)). Doppia proiezione per ciascun titolo alle ore 17.30 e 20.30, solo martedì 9 gennaio alle ore 17.

Completano il programma di aprile gli altri consueti incontri del mercoledì: il 17 gennaio alle ore 17 ci sarà l’Incontro con gli autori, e la presentazione del libro Oro e piombo. Il mercato della grande guerra. Pubblicità, cinema, propaganda. 1914-1918 di Giuseppe Chigi, alla presenza dell’autore. A seguire, proiezione di alcune sequenze tratte da Public Informations Films of the British Home Front 1939-1945. Mercoledì 24 gennaio alle ore 17, in occasione de Il giorno della memoria. Un popolo senza terra. I Rom, ci sarà la presentazione a cura di Carmelo Coco e Loris Levak del film Latcho Drom di Tony Gatlif. Concludiamo il mese mercoledì 31 gennaio, alle ore 17 e 20, con un altro Incontro con gli autori, e la presentazione del documentario Ri-Conducendo di Boris Borella, presente in sala l’autore. Proiezioni anticipate da un’introduzione di Commedia dell’Arte a cura della Compagnia Vicolo Dura Madre.

Ingresso libero agli incontri e alle rassegne Corto e il cinema Cinema senza diritti. Per tutti gli appuntamenti prenotazione consigliata, telefonando i giorni stessi dalle ore 9 al 041.2747140.

Grazie per l’attenzione.

Vi aspettiamo alla Casa del Cinema

Mostra altro