Bevilacqua La Masa, 121 anni, apre per i giovani artisti un nuovo atelier


La Fondazione Bevilacqua La Masa apre le porte di un nuovo atelier, il 15°, assegnandolo a una giovane artista. Per questo si è fatto riferimento alla classifica dei cento candidati che avevano risposto al bando di concorso, chiuso lo scorso 5 luglio con l’assegnazione dei primi 14 atelier. CAMILLA PINTONATO, una promettente illustratrice classificatasi al quindicesimo posto, è la titolare del nuovo studio d’artista, ottenuto dalla recente riorganizzazione degli spazi del Chiostro dei Santi Cosma e Damiano in Giudecca.

“Fin dal nostro insediamento del 2016, quando gli studi erano 12” spiega il Presidente Bruno Bernardi “ci siamo dati l’obiettivo di aumentare il numero degli atelier. L’anno successivo li abbiamo riportati a 14, come previsto in delibere del Consiglio Comunale del 1972 e 1995. Ora siamo felici di essere andati oltre aprendo il 15° studio a un’altra giovane di talento che potrà avere accesso alle tante opportunità che il programma annuale Bevilacqua La Masa prevede”.

Il consigliere Roberto Zamberlan aggiunge: “Per ritrovare 15 atelier si deve risalire al 1925 quando, per consentire la sistemazione del Museo d’Arte Orientale, i 12 studi d’artista che allora si trovavano al 3° piano di Ca’ Pesaro, subirono una ridistribuzione  8 rimasero a Ca’ Pesaro e altri 7 furono ricavati al terzo piano del vicino Palazzo Carminati, dove sono tutt’ora. Nel 2005 poi, ci fu l’assegnazione di un ulteriore spazio nel chiostro della Giudecca ed è qui che negli ultimi due anni abbiamo ricavato i nuovi studi.

La nostra Istituzione, che lo scorso anno ha compiuto 120 anni, organizza nelle proprie sedi espositive di San Marco e di Palazzetto Tito, mostre di affermati autori contemporanei, offre opportunità formative ai giovani emergenti, stabilisce con il territorio un dialogo culturale nel quale trovano posto maestri di ieri e eccellenze artistiche di oggi.”

Il taglio del nastro alla simbolica cerimonia dell’assegnazione del 15° studio d’artista, si è svolto alle ore 12 di giovedì 21 novembre, giorno dedicato alla festa della Madonna della Salute, alla presenza del Sindaco di Venezia Luigi Brugnaro.