Archivio Mestre: modalità di consultazione

Al fine di migliorare la qualità del servizio al pubblico nella sede di Mestre dell'Archivio, sito in via Pertini n. 16, si stabiliscono le seguenti modalità di consultazione:

- la consultazione per ragione di carattere giuridico-amministrativo ai sensi della L. 241/90 e ss.mm.ii. avverrà su appuntamento (preferibilmente via email archiviogenerale@comune.venezia.it), previa indicazione da parte dell'utente degli esatti estremi dei fascicoli da consultare (anno, classificazione, numero di fascicolo oppure anno e numero di fascicolo, etc., a seconda delle modalità di ordinamento della serie archivistica di appartenenza), in modo tale che i fascicoli possano essere prelevati dai depositi nei giorni che precedono l'appuntamento ed essere immediatamente a disposizione dell'utente.

Eventuali urgenze potranno essere valutate di volta in volta dal personale dell'Archivio;

- la ricerca e consultazione per ragioni di studio ai sensi del D. Lgs. 42/2004 e del Codice deontologico degli storici e degli archivisti rimarrà libera (senza necessità di appuntamento) negli orari di apertura al pubblico e compatibilmente con la disponibilità dei posti nel tavolo riservato agli studiosi;

- la consultazione dei registri cartacei delle pratiche di edilizia privata (1945-1987), finalizzata all'individuazione degli estremi dei fascicoli, rimarrà libera (senza necessità di appuntamento) negli orari di apertura al pubblico, compatibilmente con la disponibilità dei posti nel tavolo riservato a tale tipo di consultazione. Per la consultazione dei fascicoli individuati, l'utente - salvo casi eccezionali, da valutare di volta in volta a seconda del numero degli utenti in sala e del personale in servizio - dovrà richiedere via e-mail apposito appuntamento per i giorni successivi;

- per i fascicoli dell'Edilizia privata di Mestre dal 1988 al 2014, per quelli di Venezia dal 1999 al 2013, del Suap e dei condoni, gli utenti dovranno preventivamente rivolgersi agli uffici produttori al fine di individuarne gli estremi e richiedere successivamente appuntamento per la loro consultazione presso l'Archivio;

- potranno essere dati in consultazione al massimo 5 pezzi (fascicoli, registri, etc.) al giorno a richiedente; i registri presenti in sala di studio non rientrano nel conteggio dei pezzi in quanto la loro collocazione è “a scaffale aperto”.

Eventuali casi particolari potranno essere valutati di volta in volta dal personale dell'Archivio;

- gli utenti che non possono essere presenti all'appuntamento sono pregati di avvisare con un congruo anticipo. Per la consultazione viene fissato un nuovo appuntamento. In caso di mancato preavviso o di appuntamento posticipato di oltre una settimana, i fascicoli saranno ricollocati nei depositi;

- gli orari di apertura al pubblico (lunedì e mercoledì 8.30-13.00 e 14.30-17.00; giovedì 8.30-13.30) rimangono invariati;

- sono inderogabili gli orari di chiusura e indipendenti dall'orario d'ingresso dell'utenza nella sede e dallo stato di avanzamento della ricerca/consultazione;

- le modalità sopra citate si applicano anche agli utenti interni all'Amministrazione comunale che consultino il materiale direttamente in sala di studio.

 

Ultima modifica: 01/06/2021