Appuntamenti di settembre e ottobre alla Casa del Cinema

da Lunedì, 20 Settembre, 2021 a Domenica, 31 Ottobre, 2021

Il 20 settembre è ripartita la programmazione della Casa del Cinema, per una nuova stagione ricca di proiezioni e incontri. Vi proponiamo il calendario fino a ottobre 2021.

 

Dal 20 al 24 settembre si parte con la quarta edizione di Endorfine Rosa Shocking – Film su donne nello sport. In bilico. La rassegna è ideata e curata da Laura Aimone ed è dedicata all’universo femminile mostrato attraverso le loro attività sportive in diversi paesi del mondo. Questa edizione del festival è declinata dal pensiero che: “a volte è proprio quando si è in bilico sull’abisso e si è costretti a cambiare punto di vista che si scoprono mondi inimmaginabili”, come precisa la curatrice.

Ecco il programma: Connection di Jan Zurek e Zanzibar Soccer Dreams di Catalin Brylla e Florence Ayisi (lunedì 20 settembre), The Hedgehog’s Dilemma di Francesca Scalisi e Chhaupadi di Migueltxo Molina (martedì 21 settembre), Apnea di Inés Puente Iturralde e Olympic Dream di Don Hoe (mercoledì 22 settembre), Silks di James Frystak e Blindfold di Taras Dron (giovedì 23 settembre), Ama di Georgie Yukiko Donovan e Navigating Thru di Lindsay Taylor Jackson (venerdì 24 settembre). Proiezioni alle ore 17.30 e 20, in versione originale con sottotitoli italiani.

 

Da lunedì 27 settembre prende il via invece un Alida Valli, diva per sempre nell’anno che celebra i cento anni dalla nascita della diva. Un’attrice e una donna di immenso fascino e bravura, nata a Pola nel 1921 e diventata uno dei volti più amati del cinema internazionale per tutto il Novecento.

Per celebrarla la Casa del Cinema proporrà alcuni dei film che l’hanno vista protagonista: Il terzo uomo (lunedì 27 settembre), La grande strada azzurra (lunedì 4 ottobre), Edipo Re (lunedì 11 ottobre), La mano dello straniero (lunedì 18 ottobre), Noi vivi (lunedì 25 ottobre). Proiezioni alle ore 17.30 e 20.30.

 

Da martedì 28 settembre appuntamento con la rassegna Otar Ioseliani per il Festival Giovanni Morelli, un omaggio al grande regista georgiano naturalizzato francese, organizzato in collaborazione con la Fondazione Ugo e Olga Levi e l’Università Ca' Foscari di Venezia, nell’ambito del percorso Un cielo nascosto – Festival Giovanni Morelli.

Ecco i titoli in programma: I favoriti della luna (martedì 28 settembre), Caccia alle farfalle (martedì 5 ottobre), Briganti (martedì 12 ottobre), Addio terraferma (martedì 19 ottobre), Lunedì mattina (martedì 26 ottobre). Proiezioni alle ore 17.30 e 20.30.

 

Parte invece mercoledì 29 settembre Il Cinema a Venezia: una storia nella Storia, ciclo di incontri a carattere divulgativo sul Cinema a Venezia, organizzato nell’ambito delle celebrazioni per Venezia 1600. Ogni incontro sarà tenuto da esperti, studiosi e professionisti del settore che avranno modo di declinare e approfondire alcuni argomenti di carattere cinematografico strettamente legati alla storia e alla realtà locale. Oltre ad un doveroso excursus sul cinema di ambientazione veneziana, dal cinema delle origini alle produzioni più recenti, verranno affrontate altre tematiche legate al territorio: la storia della Mostra del Cinema, l'esperienza della Scalera Film, l'eredità cinematografica di Francesco Pasinetti.

Il primo appuntamento, il 29 settembre alle ore 17, sarà arricchito dalla proiezione del documentario Io sono Venezia. Storia della Serenissima di Graziano Conversano, narrata attraverso dodici personaggi chiave realmente esistiti: l’ultimo è Alexandre Promio, l'operatore dei Lumière che nel 1896 ha girato le prime immagini in movimento di Venezia.

 

Infine, da giovedì 7 ottobre prende il via Speranza del domani - Omaggio a Imre Gyöngyössy, in collaborazione con L’Accademia d’Ungheria, il Consolato Gen.On. di Ungheria e l’Ass.ne Culturale italo-ungherese del Triveneto. Un omaggio al cineasta e poeta Imre Gyöngyössy (1930-1994), tra i più significativi registi del cinema ungherese degli anni Settanta e Ottanta. Un artista che ha dato voce ai perseguitati e agli eroi anonimi della storia, attraverso il realismo magico e una rappresentazione tra visionarietà e realtà.

Ecco gli appuntamenti: giovedì 7 ottobre si parte alle ore 17.30 con la presentazione della rassegna a cura si Sebestyén Terdik, Direttore della Casa di Santo Stefano d’Ungheria a Roma, a seguire proiezione del documentario dedicato a Imre Gyöngyössy Mito e Speranza/ Remény és mitosz I-II di Katalin Petényi e Barna Kabay; alle ore 20.30 sono in programma il cortometraggio Ritratto d’un uomo/ Férfiarckép e il film Esiliati/ Száműzöttek.

Si prosegue giovedì 14 ottobre con Domenica delle Palme/Virágvasárnap (ore 17.30) e Frammenti di vita/Töredékek az életről (ore 20.30); giovedì 21 ottobre I ragazzi trasformati in cervi/Szarvassá vált fiúk (ore 17.30) e Sei nudo/Meztelen vagy (ore 20.30); giovedì 28 ottobre L’attesa/Várakozók (ore 17.30) e Due decisioni/Két elhatározás (ore 20.30); infine, giovedì 4 novembre sono in programma Fallo sapere ai tuoi figli/Add tudtul fiaidnak (ore 17.30) e La rivolta di Giobbe/Jób lázadása (ore 20.30).

Proiezioni in versione originale con sottotitoli italiani.

 

Tutte gli appuntamenti sono a ingresso libero fino ad esaurimento dei posti, con prenotazione sul sito www.culturavenezia/cinema dal mattino per le proiezioni della giornata.

 

L’accesso alla Casa del Cinema avverrà secondo protocollo anti-contagio COVID 19 con obbligo di possesso di CERTIFICAZIONE VERDE COVID 19 (GREEN PASS) come da Decreto Legge 23 luglio 2021, n. 105. Sono esonerati dall'obbligo i bambini sotto i 12 anni.

Agli spettatori verrà rilevata la temperatura corporea all’ingresso e sarà richiesto un contatto telefonico per favorire il contact tracing; il cinema sarà dotato di apposita segnaletica per consentire il rispetto delle distanze e per individuare i punti di ingresso e di uscita dalla sala. Tutti gli spettatori sono invitati a recarsi al cinema con congruo anticipo rispetto all’inizio degli spettacoli, per facilitare l’ingresso ed evitare assembramenti. L’utilizzo della mascherina è necessario per tutta la permanenza all’interno della struttura.

Mostra altro