Andrea Alpago medico, viaggiatore, linguae arabae peritissimus

Mercoledì, 24 Novembre, 2021
Ore: 
16.00

per celebrare i 500 anni dalla sua morte
in collaborazione con Università del Tempo Libero - Città di Mestre
a cura di Alessandro Voltolina
 
Fioriva in quei medesimi tempi Andrea Bellunese della famiglia Alpaga, medico e filosofo di molto nome. Visse egli un tempo in Siria. Fu peritissimo della lingua araba. Trasportò nella lingua latina molti libri di Avicenna… (G. Piloni, Historia della città di Belluno).
A come Andrea Alpago. B come Belluno. C come Canone della medicina di Avicenna. D come Damasco… attraverso alcuni vocaboli significativi, si narra la storia di un bellunese che meritò nel corso della sua vita molti meriti e onori. Andrea Alpago nasce a Belluno (in antico Cividal di Belluno) nella seconda metà del Quattrocento, nel 1479 entra nel consiglio dei nobili della città, studia medicina a Padova. Verso il 1487 si stabilisce a Damasco, dove rimane per circa trent’anni come medico del consolato veneziano. Nel suo soggiorno siriano si appassiona alla cultura araba e ne impara la lingua tanto da ricevere dalla Repubblica di San Marco incarichi anche estranei all’arte medica. Incarichi dei quali rimane traccia in alcune lettere trascritte da Marin Sanudo nei suoi Diari. Tornato in patria, il Senato veneto gli conferì una cattedra nell’università di Padova.
Noto. In questo mese morite a Padoa mastro Andrea da Cividal, dotor, lezeva medicina, stato longamente in Soria…. (Marin Sanudo, Diari, 1522, 22 gennaio)
 
Ingresso libero fino ad esaurimento posti
 

L’accesso agli spazi avverrà secondo protocollo anti-contagio COVID 19 con obbligo di possesso di CERTIFICAZIONE VERDE COVID 19 (GREEN PASS) come da Decreto Legge 23 luglio 2021, n. 105. Sono esonerati dall'obbligo i bambini sotto i 12 anni.

Mostra altro

Ultimo aggiornamento: 23/11/2021 ore 18:40