TARI - tassa comunale sui rifiuti

Ultimo aggiornamento 9/7/2020

NEWS

Per le utenze domestiche:

Con delibera di Giunta del 7 luglio 2020 si è prevista la possibilità di un posticipo dei termini di versamento della prima e seconda rata della TARI  al 16 novembre 2020, solo  in caso di nuclei familiari nei quali si sia verificata una delle seguenti situazioni:

  • interruzione di un rapporto di lavoro in seguito a licenziamento avvenuto in data successiva al 31/12/2019;
  • accesso agli ammortizzatori sociali (CIG-FIS) a decorrere da marzo 2020;
  • titolari di redditi da lavoro autonomo di qualunque fattispecie che abbiano visto ridotto di oltre un terzo il volume d’affari nel periodo marzo/giugno2020 rispetto allo stesso periodo dell’anno 2019.

Il modello per la presentazione dell’istanza volta al posticipo del pagamento della prima e della seconda rata della TARI al 16 novembre 2020 sarà disponibile a decorrere dalla prossima settimana.
Non vi è un termine perentorio per il suo invio pertanto la domanda potrà essere presentata anche successivamente alla scadenza della bolletta.​
Sono mantenute le scadenze della prima e seconda rata al 16 luglio e le successive al 16 settembre e al 16 dicembre per le famiglie che non rientrino nei parametri sudescritti.

Per le utenze non domestiche:

  • che rientrano nelle tipologie di attività individuate dall’art. 1 e 2 della deliberazione ARERA n. 158/2020, è necessario rinviare l’individuazione delle scadenze del pagamento delle rate dell’anno 2020 in esito alla definizione dei criteri di puntale applicazione delle deliberazioni di ARERA n. 158/2020 e n. 238/2020 e anche alla luce di possibili ulteriori interventi normativi in materia, dando atto che gli avvisi di pagamento emessi in relazione all’originaria prima rata del 16/3/2020 verranno utilizzati ai fini del conguaglio di quanto dovuto in relazione alla fissazione delle nuove scadenze di pagamento;
  • che non rientrano nelle tipologie di attività individuate dall’art. 1 e 2 della deliberazione ARERA n. 158/2020,  prevedere quale termine di pagamento della prima e della seconda rata il 16 luglio e le successive al 16 settembre e al 16 dicembre.

E' rinviata ad una successiva deliberazione la definizione della scadenza del termine di pagamento delle rate della TARI per le utenze non domestiche che rientrano nelle tipologie di attività individuate dall’art. 1 e 2 della deliberazione ARERA n. 158/2020 alla luce della definizione delle modalità applicative;

E' confermata la sospensione dei termini di versamento di piani di rateizzazione in essere per il periodo dal 1 aprile 2020 al 31 agosto 2020. Lo slittamento delle rate non genera ulteriori interessi rispetto a quelli già determinati nel piano di rateizzazione (DGC n.94 del 9/4/2020 - apre PDF);

Cos'è la TARI

A decorrere dal 1° gennaio 2014, il comma 639 dell’art. 1 della L. 27/12/2013, n. 147 (Legge di Stabilità 2014) ha istituito l’Imposta Unica Comunale (IUC), composta di una parte di natura patrimoniale (IMU) e di una parte riferita ai servizi, che a sua volta si articola nel Tributo per i Servizi Indivisibili (TASI) e nella Tassa sui Rifiuti (TARI), quest’ultima destinata a finanziare i costi del servizio di raccolta e smaltimento dei rifiuti.

Con l’entrata in vigore della nuova tassa cessa di avere applicazione il tributo comunale sui rifiuti e sui servizi (TARES).
La gestione della IUC -TARI è stata affidata a VERITAS spa con Delibera di Consiglio Comunale n. 12 del 24 febbraio 2014 (apre link).

Regolamento

Il Regolamento per la gestione della tassa sui rifiuti TARI è stato approvato con Delibera di Consiglio comunale n. 54 del 23 giugno 2014 (apre link) e ultimamente  modificato con Delibera di Consiglio comunale n. n. 58 del 19 dicembre 2018 (apre link)

Scarica il Regolamento per la gestione della tassa sui rifiuti TARI (apre PDF)

La gestione della tassa sui rifiuti TARI è stata affidata a VERITAS spa e il funzionario responsabile è il dott. Luigi Torretti, Dirigente di VERITAS spa preposto alle attività di accertamento e riscossione del tributo.

IMPORTANTE:
Il Regolamento comunale disciplina, sulla base delle indicazioni e vincoli impartiti dal legislatore nazionale, le modalità con cui calcolare i metri quadri imponibili e chi è passibile del tributo TARI (soggetto passivo). La tariffa al metro quadro viene dedotta dal Piano Economico Finanziario (PEF) che annualmente viene approvato dal Consiglio Comunale e dal Consiglio di Bacino. Il PEF, redatto ai sensi del DPR 138 n. 99 "Metodo Normalizzato", riassume e dettaglia tutti i costi del servizio di igiene urbana del Comune di Venezia.

 

Riduzioni

Veritas spa pubblica i moduli con cui chiedere le riduzioni della tariffa TARI. La richiesta per accedervi è obbligatoria e va inviata ENTRO IL MESE DI OTTOBRE dell'anno in cui si vuol beneficiare della riduzione.
 

 

Informazioni

CONTACT CENTER VERITAS
Attivo dal lunedì al venerdì dlle 8.30 alle 17.00
Tel. 800.466.466 (da rete fissa) oppure 041.96.555.30 (da rete mobile, al costo applicato dal proprio gestore telefonico)
poste elettronica: info@gruppoveritas.it
posta elettronica certificata (PEC): protocollo@cert.gruppoveritas.it