L’HABITAT DI DOMANI

da Venerdì, 10 Maggio, 2024 a Domenica, 2 Giugno, 2024
Ore: 
dalle 14.00 alle 19.00

L’HABITAT DI DOMANI. CreArt 3.0 #stringing together

Sala del Camino, Chiostro SS. Cosma e Damiano, Giudecca 620, Venezia
Inaugurazione: giovedì 9 maggio alle 18.30
aperta dal 10 maggio al 2 giugno 2024
dal mercoledì alla domenica, dalle 14.00 alle 19.00
Ingresso libero

La Fondazione Bevilacqua La Masa in occasione dell’European Month of Creativity, è lieta di presentare la mostra L’HABITAT DI DOMANI. CreArt 3.0 #stringing together, presso la Sala del Camino, Chiostro SS. Cosma e Damiano Giudecca 620, Venezia, dal 10 maggio al 2 giugno 2024.

La mostra, realizzata con la collaborazione del Distretto Veneziano Ricerca e Innovazione (DVRI), è parte integrante del progetto europeo CreArt 3.0 #stringing_together, finanziato nell’ambito del Programma Europa Creativa grazie al quale 13 città europee vengono coinvolte nello scambio di esperienze e buone pratiche per promuovere l’arte contemporanea in tutte le sue forme: visiva, performativa e musicale.

L’HABITAT DI DOMANI è il risultato di un bando aperto ad artisti e artiste di qualsiasi nazionalità, residenti o domiciliati nella città metropolitana di Venezia di età compresa tra i 18 e i 40 anni. Una giuria esterna coordinata dal DVRI composta da Giulia Bruno, Ana Shametaj ed Erica Villa ha scelto le proposte dei seguenti artisti: Camilla Dalmazio + Lucas Begendi, Emma De Felice, Enrico Dedin, Yevgeniya Kulikova, Carlos Castro + Federico Tansella, Federico Polloni, Inès Rocques, Maurizio Segato, Giulia Sofi, Beatrice Testa.

Le opere selezionate porteranno lo spettatore a riflettere su diverse tematiche ambientali e non solo: come potremo adattarci e resistere in un futuro in bilico per il cambiamento climatico? Cambierà il rapporto tra le persone? Quale equilibrio creeremo con l’ecosistema in cui viviamo anche rispetto ai grandi temi al centro del dibattito odierno come la green economy e la sostenibilità, o alle trasformazioni tecnologiche in corso come l’IA?

Il premio assegnato all'opera più meritevole e la menzione speciale DVRI saranno annunciati durante l'inaugurazione della mostra presso la Sala del Camino, Chiostro SS. Cosma e Damiano Giudecca 620, il 9 maggio alle 18.30.

La proiezione delle dieci opere selezionate entrerà a far parte dell’allestimento della mostra personale di Alessandro Sciaraffa The Flower of Mars inaugurata lo scorso 17 aprile alla Sala del Camino: una grande e articolata installazione, costruita attraverso molteplici linguaggi artistici che, all’interno di un originale percorso, presenta un messaggio radicale e visionario che interroga il paesaggio del futuro.

L’evento contribuirà all’European Month of Creativity che porterà alla Sala del Camino un ricco programma di eventi e iniziative.

Sempre nell’ambito del progetto europeo CreArt 3.0 #stringing_together la Fondazione Bevilacqua La Masa ha indetto un bando per assegnare a due giovani artisti/e di età compresa tra i 18 e i 40 anni, residenti o domiciliati in una delle 13 città nel network del progetto, uno spazio a Venezia (presso Palazzo Carminati a San Stae) dove studiare e lavorare per un periodo di cinque settimane: dal 27 maggio al 30 giugno 2024. Le artiste saranno accompagnate in questo percorso artistico dalla curatrice Erica Villa.

Le artiste selezionate nella rete dei partner del progetto sono Kristina Liulchenko (proveniente da Leopoli, Ucraina) ed Elzbieta Szurpicka, (proveniente da Lublino, Polonia).

Le artiste avranno la possibilità di vivere e lavorare a Venezia nelle foresterie di Palazzo Carminati della Fondazione Bevilacqua La Masa, condividendo gli spazi con gli assegnatari degli atelier. A pochi giorni dalla loro partenza, presenteranno al pubblico il risultato della loro permanenza in laguna, attraverso un open studio e un dialogo aperto con il pubblico.

Mostra altro

Ultimo aggiornamento: 08/05/2024 ore 09:49