Full Frame

 

L’attività di promozione della Fondazione Bevilacqua La Masa nei confronti dei giovani artisti non si ferma e, in preparazione della tradizionale mostra di fine residenza dedicata agli ospiti dei 15 atelier, propone un prodotto video.

Si tratta di Full Frame un video realizzato da tre giovani professionisti, Oscar Valenzin, Eugenio Ambrosin e Filippo Taccini, nati rispettivamente nel 1990, 1991 e 1992, tutti laureati presso l'Accademia di Belle Arti di Venezia tra il 2016 e 2017, che insieme hanno dato vita ad una loro casa di produzione video Etimo.

Etimo si dedica alla valorizzazione, attraverso l’arte, del territorio lagunare. Il progetto nasce dalla volontà di ritrarre la città di Venezia attraverso una visione inconsueta e surreale.

A bordo di un barchino è stata creata una mappatura di Venezia creandone un percorso nuovo, inconsueto e a volte spiazzante anche agli occhi degli abitanti della laguna. La musica è realizzata da Giovanni Maria Vincenzi, giovane compositore laureato in direzione d'orchestra al conservatorio Benedetto Marcello di Venezia, che attualmente vive e produce musica a Shangai.

Full Frame ha lo scopo di lasciare allo spettatore un ricordo singolare di Venezia, una memoria che assomiglia ad un sogno. Full Frame è un video che affascina per magia e suggestioni; è un opera audiovisiva che trasporta lo spettatore in un viaggio all’interno di una città ideale costruita sull’acqua. L'acqua è un cardine, il principio che prende forma nell'abitare umano: l'atmosfera sommessa della laguna avvolge l'immagine e crea una narrazione spaziale senza punti di riferimento. L'arcipelago delle risorse umane è una costellazione intricata, in equilibrio sottile su un fondamento liquido.

L'opera, mediante delle sovrapposizioni geometriche disegna un sistema visivo fluido, circolare, continuo: capace di raccontare lo spazio di quell'equilibrio.

L’interessante filmato, in attesa di poterlo presentare pubblicamente in una delle sedi della Bevilacqua La Masa, a partire da venerdì 26 febbraio verrà proposto sul sito ufficiale e sulla pagina Facebook della storica Fondazione veneziana.