Cinemoving. Il cinema all'aperto nel tuo quartiere

da Venerdì, 20 Luglio, 2018 a Sabato, 28 Luglio, 2018
Ore: 
21.15

 

Dal 20 al 25 luglio Cinemoving riporta il cinema in piazza per riaccendere il piacere dello "stare insieme", attraverso un furgone che si sposta in alcune aree periferiche del territorio e le anima nelle sere di luglio.
 
Ogni proiezione sarà ad ingresso libero, alle ore 21,15.
 
Saranno disponibili alcune sedie, ma se qualcuno vorrà portare la propria personale "carega" sarà ovviamente il benvenuto. Sei sere, sei film, sei luoghi: Favaro, Malcontenta, Chirignago-Gazzera, Campalto, Lido-Malamocco, Pellestrina.
 
Programma
 
VENERDÌ 20 LUGLIO
Favaro, dietro il Municipio
ATOMICA BIONDA
2017, regia di David Leitch, 115 min.
Una spia viene mandata a Berlino per indagare sulla vita di alcuni colleghi sospettati di tradimento.
Una spy story dotata di sospetti e colpi di scena. Charlize Theron è la collega alla pari di James Bond.
 
SABATO 21 LUGLIO
Malcontenta, dietro la Chiesa
LA LA LAND
2017, regia di Damien Chazelle, 126 min.
Una moderna versione della classica storia d’amore ambientata a Hollywood, resa più intensa da numeri spettacolari di canto e danza. Il film ha vinto 6 Premi Oscar, 7 Golden Globes e 5 Bafta.
 
 
 
DOMENICA 22 LUGLIO
Chirignago-Gazzera, via Rio Cimetto, piazzale del mercato
SCAPPA - GET OUT!
2016, regia di Jordan Peele, 103 min.
Un giovane afro-americano va a conoscere la famiglia della fidanzata, ma la sua mente comincia a vacillare e ad avere strane visioni. Questione razziale e satira politica coniugate in un horror che racconta verità scomode sulla contemporaneità. Il film ha vinto 1 Premio Oscar.
 
LUNEDÌ 23 LUGLIO
Campalto, via Tiburtina, accanto alla Chiesa
UN’ESTATE IN PROVENZA
2014, regia di Rose Bosch, 105 min.
Sullo sfondo della Provenza, tra nonno e tre nipoti mai incontrati prima scatterà un sentimento che nessuno di loro avrebbe mai potuto immaginare. Tra ingenuità e finezze, il terzo film di Rose Bosch trasforma uno scontro generazionale in un incontro di sentimenti.
 
 
MARTEDÌ 24 LUGLIO
Lido-Malamocco, in Piazza delle Erbe, fronte darsena
PERFETTI SCONOSCIUTI
2016, regia di Paolo Genovese, 97 min.
Quante coppie si sfascerebbero se uno dei due guardasse nel cellulare dell’altro? Una “cena delle beffe” che guarda all’attualità e vanta una scrittura precisa, disincantata e comica al punto giusto. Il film ha vinto 3 Nastri d’Argento, e 2 David di Donatello.
 
 
MERCOLEDÌ 25 LUGLIO
Pellestrina, di fronte al Duomo di Ognissanti
GRAN BUDAPEST HOTEL
2014, regia di Wes Anderson, 100 min.
Monsieur Gustave è il concierge ma di fatto il direttore del Grand Budapest Hotel, dove le stanze sono innumerevoli quanti i personaggi che le abitano o vi entrano anche solo per un’inquadratura. L’instancabile e vivace fantasia di Anderson possiede la chiave di ognuna di esse. Il film ha vinto 4 Premi Oscar ed 1 premio ai David di Donatello e ai Golden Globes.
 
GIOVEDÌ 26 LUGLIO
Via Piave, sul sagrato della Chiesa
L'ERA GLACIALE 5 - IN ROTTA DI COLLISIONE
2016, regia di Regia di Mike Thurmeier e Galen T. Chu, 99 min.
Nell’epico e perpetuo inseguimento dell’inafferrabile ghianda, Scrat si ritrova catapultato nello spazio profondo dove procede accidentalmente alla disposizione dei pianeti del sistema solare e provoca suo malgrado un’enorme minaccia alla Terra. E se il Big Bang fosse stato uno scoppio di risa o l’incontro mancato tra uno scoiattolo e una ghianda?!
 
 
VENERDÌ 27 LUGLIO
Piazzetta San Francesco
L'ORA LEGALE
2017, regia di Salvatore Ficarra e Valentino Picone, 92 min.
In un paese della Sicilia, puntuale come l'ora legale, arriva il momento delle elezioni per la scelta del nuovo sindaco. Il risultato però è inaspettato, perchè quella verso la legalità è una strada in salita, soprattutto per chi non è mai stato abituato a percorrerla. Un documento divertente e in qualche modo coraggioso del momento storico-politico che l'Italia sta attraversando, sospeso tra paura e speranza.
 
SABATO 28 LUGLIO
Giardini di via Piave
QUO VADO?
2016, regia di Gennaro Nunziante, 86 min.
Il comico Checco Zalone, torna al cinema con una commedia sul mito del posto fisso. A quasi 40 anni Checco vive la sua esistenza ideale: scapolo, servito e riverito dalla madre e dall'eterna fidanzata, accasato presso i genitori, assunto a tempo indeterminato presso l'ufficio provinciale Caccia e pesca. Ma le riforme arrivano anche per Checco, e quella che abolisce le province lo coglie impreparato.
 
Mostra altro

Città di Venezia

Recapiti e contatti

Seguici e condividi su