Comunicazione per occupazioni di suolo in deroga

COMUNICAZIONE PER OCCUPAZIONI DI SUOLO IN DEROGA AI CRITERI REGOLAMENTARI NEL PERIODO DI LIMITAZIONE ALLA SOMMINISTRAZIONE ALL'INTERNO DEI LOCALI DEI PUBBLICI ESERCIZI

La delibera della Giunta comunale n. 116/2021 consente ai pubblici esercizi non titolari di concessione di suolo pubblico di occupare il suolo pubblico anche in deroga alle limitazioni poste dalle norme vigenti, fino a quando vi saranno limitazioni alla somministrazione di alimenti e bevande all'interno dei locali.

Al fine di assicurare il rispetto dei criteri generali della sicurezza della viabilità, del rispetto dei requisiti igienico-sanitari e della tutela dei diritti di terzi, sono poste solo le seguenti regole:

1- il pubblico esercizio deve avere il bagno per i clienti;

2- l'occupazione deve avere le seguenti caratteristiche:

  • sui marciapiedi non può essere superiore alla metà della loro larghezza, sempre che rimanga libera una zona per la circolazione dei pedoni larga non meno di 2 m. e non ricada all'interno dei triangoli di visibilità delle intersezioni;

  • nelle aree pedonali deve essere garantita una zona adeguata per la circolazione dei pedoni e delle persone con limitata o impedita capacita' motoria;

  • nella Municipalità di Venezia Murano Burano, dove non è possibile o consentita la circolazione veicolare, la fascia libera per la circolazione non deve essere inferiore a m. 1,50;

3- deve essere sempre assicurata la possibilità di passaggio dei mezzi d’emergenza;

4- l'occupazione non deve superare:

  • il 50% della superficie interna di somministrazione del locale nelle aree dichiarate patrimonio dell'umanità UNESCO;

  • il 70% della superficie interna di somministrazione del locale nelle restanti aree del territorio comunale.

Per occupare il suolo pubblico è sufficiente inviare comunicazione, con il modulo sotto pubblicato, via pec all'indirizzo commercio@pec.comune.venezia.it, allegando una planimetria dell'occupazione e l'eventuale dichiarazione d'assenso di terzi proprietari delle aree o comunque aventi diritto.

Le occupazioni possono avvenire dal momento dell'invio della comunicazione, ad eccezione dei casi in cui ricadano su stalli di parcheggio. In tal caso, prima di occupare, è necessario attendere il parere favorevole dei competenti uffici.

Le richieste di concessione temporanea d'emergenza o scia di ampliamento della propria concessione, presentate a partire dal 19 aprile 2021 e che non risultano conformi ai criteri regolamentari vigenti per le diverse zone del territorio comunale, ma rispettano comunque i criteri generali, saranno dichiarate dal Dirigente del Settore Sportello Unico Commercio quali comunicazioni di occupazione di suolo pubblico in deroga.

Le occupazioni di suolo pubblico non conformi a quanto previsto dai criteri regolamentari vigenti potranno essere mantenute fino al momento in cui sarà possibile, senza limitazioni, la somministrazione di alimenti e bevande all’interno dei locali dei pubblici esercizi. Dopodichè dovranno essere rimosse. Le deroghe non saranno in ogni caso possibili oltre il termine dell'emergenza sanitaria.

per informazioni Ufficio Occupazioni suolo "plateatico"

pagina aggiornata il 10/08/2021 ore 12.40