Dichiarazione sostitutiva di certificazione

Dal 1° gennaio 2012 nei rapporti con gli organi della P.A, e i Gestori di Pubblici Servizi i certificati sono sempre sostituiti dalle dichiarazioni sostitutive di certificazione o dall'atto di notorietà.
Da tale data le Pubbliche Amministrazioni e i Gestori non possono più accettarli né richiederli, tanto più in quanto tali comportamenti integrano, per espressa previsione, la violazione dei doveri d'Ufficio ai sensi dell'art. 74, comma 2, lett.a) del DPR 445/2000.

Al posto dei certificati le amministrazioni e i servizi pubblici dovranno accettare le autocertificazioni o acquisire i dati direttamente (vedi elenco dati che possono essere autodichiarati), facendosi indicare dall'interessato gli elementi necessari (ad esempio per il diploma di scuola secondaria il cittadino dovrà indicare l'istituto e l'anno in cui si è diplomato).

L'autocertificazione è estesa ai privati (ad esempio banche e assicurazioni) che decidano di accettarla.

Per i privati, a differenza delle amministrazioni pubbliche, accettare l'autocertificazione non è un obbligo, ma una facoltà.

I certificati medici non possono essere sostituti dall'autocertificazione.
 
Nei casi in cui gli accertamenti sulla veridicità delle dichiarazioni sostitutive di cui agli articoli 46 e 47 DPR n. 445/2000 assumano una consistenza significativa le amministrazioni pubbliche ed i gestori di pubblici servizi,  su motivata richiesta e per esclusivo uso di pubblica utilità,  possono richiedere ai sensi dell'art.43 D.P.R. 445/2000, la consultazione diretta degli archivi dell'anagrafe della popolazione.

A chi si rivolge
A tutti coloro che devono dichiarare dati, qualità personali o fatti a pubbliche amministrazioni o gestori di servizi pubblici

 

Cosa fare per
Per fare un'autocertificazione basta una dichiarazione in carta semplice, firmata dall'interessato, senza autenticazione della firma.

Possono essere utilizzati i seguenti modelli:
Quanto costa
Non sono previsti costi a carico degli utenti.
 

Per informazioni sul trattamento dei dati personali visita la pagina dedicata: "Informativa trattamento dei dati personali".


Per segnalazioni, reclami e richiesta di informazioni  è disponibile lo sportello digitale DIME alla voce: "Segnalazioni"

Aggiornamento a cura del Servizio Anagrafe Terraferma, febbraio 2021.