Negoziazione assistita

Il coniuge che intende procedere alla separazione, al divorzio o alla modifica delle condizioni della separazione o del divorzio può, tramite il proprio avvocato, addivenire ad una soluzione di negoziazione assistita con l'altra parte.

Il ricorso a tale istituto è consentito anche in presenza di figli minori o di figli maggiorenni incapaci, portatori di handicap grave (ex art. 3, 3° comma della Legge 104/92) ovvero economicamente non autosufficienti.

L'accordo deve essere trasmesso alla Procura della Repubblica presso il Tribunale competente, che  autorizza l'accordo raggiunto in quanto rispondente all'interesse dei figli.
Analogo passaggio giudiziale è innestato nel procedimento di negoziazione in assenza di figli minori. Anche in questo caso è prevista la necessità di trasmissione dell'accordo alla Procura della Repubblica presso il Tribunale competente per un controllo di regolarità.

Spetta allo stesso Procuratore della Repubblica il rilascio del nulla osta all'accordo.

La convenzione, obbligatoriamente assistita da un avvocato per parte, produce gli effetti dei provvedimenti giudiziali che definiscono gli analoghi procedimenti.

A chi si rivolge
Il coniuge che intende procedere alla separazione, al divorzio o alla modifica delle condizioni della separazione o del divorzio.
 
Cosa fare per
Gli avvocati delle parti entro 10 giorni  dall' avvenuta comunicazione dell'autorizzazione / nulla osta all'accordo devono trasmettere copia autentica della convenzione all' Ufficiale dello Stato Civile del Comune in cui il matrimonio fu iscritto o trascritto.  (pena la sanzione amministrativa pecuniaria da 2.000 a 10.000 euro), compilando il seguente modulo: 
Quanto costa
Esente costi
 
Standard di qualità

Intervallo di tempo fra la richiesta e la registrazione <= 30 giorni.


Questa pagina fa parte della:
 clicca sull'immagine per la carta dei Servizi - WebCarta

 


Per informazioni sul trattamento dei dati personali visita la pagina dedicata: Informativa trattamento dati personali


Per segnalazioni, reclami e richiesta di informazioni  è disponibile lo sportello digitale DIME alla voce: "Segnalazioni"


Aggiornamento a cura del Servizio Stato Civile.

Ultimo aggiornamento: 10/08/2022 ore 13:27