Tomorrow Now - L'opera senza centro

Il progetto della Fondazione Bevilacqua La Masa Tomorrow Now Pratiche artistiche contemporanee nella cultura digitale riprende nel 2008 con una programma di conferenze che da febbraio 2008 ospita alcuni tra i più noti studiosi ed esperti a livello internazionale della sperimentazione artistica legata ai nuovi media.

Protagonisti del ciclo di conferenze che si svolgeranno nella sede di Palazzetto Tito a partire dal 12 febbraio prossimo sono: Andreas Broeckmann, Inke Arns, Benjamin Weil, Oliver Grau, Dieter Daniels, Jens Hauser, Roy Ascott, Pier Luigi Capucci, Franco Torriani, Markos Novak...

L'opera senza centro è il filo conduttore di questa nuova serie di incontri. Un tema che rimanda alla natura delle nuove espressioni artistiche contemporanee influenzate dallo sviluppo dei media.
Le trasformazioni nell'ambito dell'arte hanno portato negli ultimi dieci anni alla nascita di centri specializzati per produrre e ospitare opere legate allo sviluppo dei media, sezioni specifiche all'interno dei musei di arte contemporanea, festival capaci di attrarre in pochi giorni le esperienze internazionali in questo campo e grandi mostre periodiche come la Biennale Media_cityseoul nella Republica di Corea.

Il titolo introduce la questione delle opere d'arte che, nell'era digitale, trasformano il concetto di spazio che le dovrebbe ospitare, il concetto di fruizione estetica da parte dell'osservatore, il ruolo dell'autore e delle discipline coinvolte nella loro produzione. Le nuove opere d'arte contemporanea nascono da processi collaborativi e interattivi, sono costruite attraverso l'immaterialità del codice, si collocano in spazi non usuali come la rete e i flussi di comunicazione, intersecano e si alimentano della ricerca scientifica e tecnologica i mutazione sempre più rapida, hanno bisogno di nuove sistemi di presentazione e archiviazione.

Martedì 12 febbraio 2008
Andreas Broeckmann è stato Direttore artistico della Transmediale (festival internazionale dell'arte dei media di Berlino) fino al 2007, sarà cocuratore alla Biennale Media_cityseoul nella
Republica di Corea.
http://www.wikiartpedia.org/index.php?title=Broeckmann_Andreas

Martedì 26 febbraio 2008
Inke Arns, studiosa e curatrice; attualmente è direttrice del Hartware MedienKunstVerein (HMKV) di Dortmund in Germania.
http://www.goethe.de/kue/bku/kur/kur/ag/arn/enindex.htm

Martedì 4 marzo 2008
Benjamin Weil, critico e curatore; attualmente è direttore dell' Artists Space in New York One, uno dei primi spazi alternativi New York, fondato nel 1972, per supportare il lavoro degli artisti contemporanei.
http://www.wikiartpedia.org/index.php?title=Weil_Benjamin

Giovedì 13 marzo 2008
La conferenza si svolgerà presso il Chiostro delle Terese AULA G
sede della Facoltà di Arti e Design
Marcos Novak, artista, teorico e "transarchitet"; docente presso l'UCLA University di Los Angeles
http://www.mat.ucsb.edu/~marcos/Centrifuge_Site/MainFrameSet.html
In collaborazione con lo Share Festival di Torino
http://www.toshare.it/ita/

Martedì 25 marzo 2008
La conferenza si svolgerà alle 17.00 presso l'aula G del Chiostro delle Terese della Facoltà di Design e Arti dello IUAV
Oliver Grau, storico dei new media, docente di Storia dell'Arte alla Humboldt University, di Berlino e visiting Professor all'Accademia di Linz.
Biografia

Martedì 29 aprile 2008
Jens Hauser, nasce in Germania, vive e lavora a Parigi dove è impegnato come curatore indipendente, scrittore e artista. Nel 2003 ha curato "L'Art Biotech", il primo festival di arte biotecnologia al National Arts and Culture Centre Le Lieu Unique, a Nantes in Francia.
http://www.transmediale.de/page/detail/detail.0.persons.648.3.html

Pier Luigi Capucci si occupa di sistemi e linguaggi di comunicazione e, dai primi anni Ottanta, di relazioni tra tecnologie, cultura e società e tra forme artistiche, scienze e tecnologie. Ha insegnato all'Università di Roma "La Sapienza", all'Università di Bologna e all'Università di Firenze. Attualmente insegna all'Università di Bologna, all'Università degli Studi di Urbino e in alcune accademie di belle arti. Ha pubblicato i libri Realtà del virtuale (1993); Il corpo tecnologico (1994); Arte e tecnologie (1996). Ha pubblicato oltre 200 testi in libri, riviste, e atti di convegni in Italia e all'estero. Nel Marzo '94 ha fondato e diretto NetMagazine, poi divenuto MagNet, progetto di ricerca sulle relazioni fra cultura e tecnologie, prima "rivista" sul Web in Italia. Ha organizzato mostre, curato progetti e partecipato a convegni e conferenze in ambito nazionale e internazionale. Nel Marzo 2000 ha fondato Noema, testata giornalistica sulle relazioni tra tecnologie, cultura e società, di cui cura la direzione e lo sviluppo, selezionata nel 2003 da RAI International come miglior sito italiano. Nel 2005 ha fondato la collana editoriale , che dirige, prodotta da Noema e pubblicata dall'editore Clueb, sulle relazioni tra tecnologie, cultura e società, il cui comitato scientifico è internazionale. Ha lavorato a vari progetti europei sulle tecnologie di comunicazione, dal 2004 fa parte dell'International Advisory Board di Ars Electronica per la categoria Net Communities.
http://www.noemalab.org/sections/infos/plc_curriculum.html

Franco Torriani,
Franco Torriani, Torino, 1942, è laureato in Scienze Economiche all'Università di Torino, con una una tesi sulle correlazioni tra politiche fiscali e contesto socioeconomico e culturale ( in Olanda). E' stato consulente indipendente di risorse umane e strategie di comunicazione in vari Paesi e, dagli anni settanta, ha esteso la sua attività ai rapporti fra arti, scienze, tecnologie, nuovi - e talvolta vecchi - mezzi di comunicazione. Ha collaborato a numerose testate e ha partecipato a eventi fra i quali il Festival d'Avignone, la Biennale di Venezia, alcune Biennali internazionali di Fotografia di Torino. Si occupa, nell'organizzazione delle Pépinières pour Jeunes Artistes Européennes (Marly-le-Roi, Francia), dall'inizio degli anni novanta di mediazione culturale e di mobilità di giovani artisti residenti in Europa. Presidente delle Pépinières dal 1998 al 2007 è ora membro del direttivo del consiglio di amministrazione. E' stato nel direttivo di Ars Technica, Parigi e Torino, e cofondatore di Ars Lab, Torino. Per la multimedialità culturale ha collaborato, nel 2004, allo studio europeo Les Institutions Culturelles dans leur ro^le des nouveaux environnements d'apprentissage ( studio a cura di Dedale, Parigi, 2004). E' consigliere scientifico del costruendo Parco d' Arte Vivente, Torino, e consigliere editoriale di Noemalab.org (www.noemalab.org)
http://www.noemalab.org/sections/infos/ft_curriculum.html

Martedì 10 giugno 2008
Dieter Daniels, professore di Storia dell'arte e Teoria dei Media all'Accademia d'Arte in Germania a Leipzig e direttore del Ludwig Boltzman Institute Media Art Research di Linz.
http://www.wikiartpedia.org/index.php?title=Dieter_Daniels

21 ottobre 2008 ore 17.00
Roy Ascott, Artista e teorico, precursore dell'arte cibernetica e telematica. Alla Biennale di Venezia sono stati presentati i suoi progetti. È redattore di Leonardo, Convergence, e Digital Creativity, ed è consulente di centri per i nuovi media in Giappone, Corea, Brasile, Nord America ed Europa.
http://www.wikiartpedia.org/index.php?title=Ascott_Roy

Il progetto è realizzato in collaborazione con la NABA Scuola di Media Design di Milano, con Noemalab (http://www.noemalab.org/index2.php) con il supporto dell'Associazione Culturale Italo-Tedesca ONLUS di Venezia, con e con il patrocinio dell'Accademia di Belle Arti di Venezia e dell'Università IUAV di Venezia

Città di Venezia

Recapiti e contatti

Seguici e condividi su