Istruzioni per la compilazione della domanda di contributo

Bando per l’erogazione di contributi a fondo perduto alle attività economiche di piccole e medie dimensioni tenute al pagamento della TARI dell’anno 2020 al Comune di Venezia.

Istruzioni per la compilazione della domanda di contributo

La domanda può essere compilata dal Legale Rappresentante o dal titolare in proprio dell’attività economica o da un soggetto appositamente delegato secondo il modello di delega che si può scaricare qui in formato pdf, odt oppure doc. Il modello di delega compilato e firmato e il documento di identità del delegante dovranno essere caricati, con due file separati, nel modulo on-line predisposto per la presentazione della domanda.

Si precisa che la presentazione della domanda, anche dopo il 16 maggio 2021, sospende i termini di versamento della rata Tari 2020 a saldo ricevuta avente scadenza 16 maggio 2021. Per gli utenti che hanno optato come modalità di pagamento l’addebito in conto corrente e che intendono procedere con la presentazione della domanda, è necessario che in tempo utile per la scadenza della bolletta del 16 maggio 2021 sia data disposizione al proprio istituto di bloccare il pagamento dell’avviso senza revocare il mandato di domiciliazione.

L’accesso al modulo per la compilazione della domanda può avvenire esclusivamente tramite SPID, CNS o CIE (si ricorda che per CNS e CIE è necessario lettore di smart card). Dette modalità di accesso devono essere detenute dal soggetto che presenta la domanda (Legale Rappresentante/titolare in proprio dell'attività o dal Soggetto Delegato).

Non sono ammesse altre modalità di identificazione del soggetto e/o di accesso al portale.

Il programma non consente il salvataggio parziale della domanda. Il modello di domanda deve essere integralmente compilato in ciascuna delle parti durante un’unica sessione di lavoro, per cui è consigliato predisporre tutti i documenti e i dati necessari alla corretta compilazione.

In caso di mancata conclusione della compilazione sarà necessario procedere con una nuova domanda.

In caso di errori nella compilazione di una domanda è possibile ricompilarne un’altra.

In caso di più domande da parte del medesimo soggetto viene tenuta in considerazione solo l’ultima presentata.

Elenco dei dati e dei documenti indispensabili per la corretta compilazione della domanda:

1) Partita Iva e codice fiscale del soggetto economico per il quale viene presentata la domanda;

2) indirizzo e-mail e indirizzo PEC;

3) dati per poter attestare la riduzione del fatturato/componenti positivi/reddito lordo dell’attività economica nell’anno 2020 di almeno il 30% rispetto all’anno 2019.

A seconda del regime fiscale in cui ricade, l’istante dovrà inserire i dati sotto indicati ed allegare alla domanda estratto di una delle tre tipologie di dichiarazioni.

Per l’anno 2019:

 

Per l’anno 2020:

Nel caso in cui la dichiarazione non fosse stata ancora presentata all’Agenzia delle Entrate al momento della domanda del contributo, è possibile inserire il solo dato essendo consentito fornire all'Amministrazione Comunale l’estratto della dichiarazione entro il 31 dicembre 2021 secondo modalità che saranno comunicate.

Solo ed esclusivamente nel caso di attività economica iniziata dopo il 30 settembre 2019 non è necessario disporre delle dichiarazioni e dei dati di cui ai paragrafi precedenti. In tal caso la percentuale di perdita del fatturato verrà applicata d’ufficio considerando la perdita media della classe di appartenenza con riferimento all’area territoriale (terraferma o Venezia e isole).

4) Per quanto concerne le utenze collegate al codice fiscale e/o alla partita iva, queste verranno proposte in automatico. Si consiglia comunque di avere sotto mano le bollette Tari per verificare la completezza dei codici utenti proposti. (clicca qui per il facsimile

    Per quanto concerne la dichiarazione in merito all’assenza di debiti non rateizzati e l’assenza di contenzioso, si precisa che non deve essere acquisita alcuna dichiarazione da parte del gestore Veritas S.p.A.. In sede di comunicazione dell’importo del contributo (vedi iter indicato nel paragrafo successivo), verranno anche comunicati i debiti non rateizzati presenti a sistema e l’eventuale presenza di contenzioso, in modo che le dichiarazioni in sede di accettazione riguarderanno solo queste situazioni.

 

ITER DELLA PROCEDURA

In forma schematica, l’iter si compone delle seguenti fasi:

1) domanda di partecipazione al bando (soggetto competente: utente);

2) determinazione e comunicazione del contributo (soggetto competente: Comune);

3) accettazione del contributo (soggetto competente: utente);

4) pagamento del contributo (soggetto competente: Comune).

 

Clicca qui per scaricare la presente pagina in formato pdf