Bando per l'erogazione di contributi per il pagamento della TARI anno 2020 utenze non domestiche - Fase di accettazione del contributo

Istruzioni

Conclusa la fase relativa all’acquisizione delle domande di partecipazione al bando ed effettuati i relativi calcoli del contributo spettante alla singola attività economica istante, si apre la fase di accettazione del contributo che potrà essere conclusa entro le ore 23.59 del 31.10.2021.

Fase di accettazione contributo TARI prorogata a tutto il 30.11.2021, proroga approvata con determinazione n. 1913 del 11.10.2021.

Ciascun istante che non abbia ricevuto lettera di motivi ostativi o lettera di provvedimento di esclusione dal bando, alla mail indicata in sede di domanda ha ricevuto una nota con i seguenti valori:

- importo del contributo riconosciuto (a);

- importo dei debiti non rateizzati presenti a sistema alla data del 15.07.2021 (b);

- importo che deve essere versato o rateizzato (nel caso in cui (a) sia minore di (b)) prima di procedere all’accettazione;

- importo che verrà utilizzato in compensazione dei debiti;

- importo che verrà versato dal Comune (nel caso in cui (a) sia maggiore di (b)) successivamente all’accettazione;

- credenziali per accedere alla fase di accettazione.

L’accettazione può essere compilata dal Legale Rappresentante o dal titolare in proprio dell’attività economica o da un soggetto appositamente delegato secondo il modello che si può scaricare qui in formato doc, odt o pdf.

L’accesso al modulo per la compilazione dell’accettazione può avvenire esclusivamente tramite SPID, CNS o CIE. Dette modalità di accesso devono essere detenute dal soggetto che presenta la domanda (Legale Rappresentante/titolare in proprio dell’attività o dal Soggetto Delegato).

Non sono ammesse altre modalità di identificazione del soggetto e/o di accesso al portale.

L’accettazione comporta la necessità di sottoscrivere le dichiarazioni previste in sede di bando ed in particolare la dichiarazione di aver provveduto a versare e/o rateizzare l’eccedenza di debito rispetto al contributo nel caso in cui i debiti non rateizzati risultino maggiori rispetto al contributo. Al proposito si precisa che non è prevista la necessità di allegare alcuna quietanza di versamento e/o copia di piano di rateizzazione essendo sufficiente la dichiarazione resa in merito a tali adempimenti. Si ricorda che le dichiarazioni false o mendaci costituiscono fonte di responsabilità penale ai sensi dall’art. 76 del DPR n. 445 del 28.12.2000.

Per gli eventuali versamenti, si potranno utilizzare alternativamente i seguenti 2 canali:

- Bonifico bancario intestato a V.E.R.I.T.A.S. SPA GESTIONE AREA 1 - IBAN: IT36S0760102000000015841307

- Bollettino postale intestato a V.E.R.I.T.A.S. SPA GESTIONE AREA 1 - Conto corrente postale n. 15841307

 

Qualora viceversa vi sia una situazione per la quale il contributo riconosciuto risulta maggiore del debito, che comporta quindi, in caso di accettazione, l’esigenza di procedere con accreditamento dell’importo del contributo al netto di eventuali debiti, verrà richiesta l’indicazione dell’iban, oltre alla intestazione dell’iban stesso che deve essere intestato/cointestato al beneficiario del contributo.

Come detto il termine per l’accettazione del contributo è fissato alle 23.59 del 30.11.2021. Conseguentemente la verifica del rispetto dei requisiti sugli aiuti di Stato e la registrazione dei contributi riconosciuti negli appositi registri verrà fatta a partire da tale data e ciò indipendentemente dal momento dell’accettazione del contributo. Nelle more di tali verifiche il Comune provvederà comunque ad accreditare gli importi netti, da intendersi pertanto con riserva di ripetizione di quanto erogato qualora dall’esito della verifica presso gli appositi registri dovessero emergere situazioni che non consentono l’erogazione del contributo per il mancato rispetto delle relative norme.

Analoga riserva di ripetizione di quanto erogato è prevista qualora dall’esito delle verifiche di quanto dichiarato ed allegato dovessero emergere elementi che impongano al Comune di revocare il contributo assegnato.

Si ricorda che gli istanti che si sono avvalsi della facoltà di non allegare i documenti comprovanti il fatturato 2020, e precisamente:

- per i soggetti in regime ordinario: rigo VE50 del Modello IVA 2021, Periodo d'imposta 2020,

- per i soggetti in regime di vantaggio: rigo LM2 - casella 3 - dell'Unico Persone Fisiche 2021, Periodo di imposta 2020,

- per i soggetti in regime forfetario: rigo LM34 - casella 3 - dell'Unico Persone Fisiche 2021, Periodo di imposta 2020,

dovranno adempiere a tale incombenza entro il 31.12.2021 inviando la relativa dichiarazione a mezzo mail all’indirizzo: bandotari@comune.venezia.it.

 

Si precisa infine che:

- per informazioni sull’entità del contributo per il pagamento della Tari anni 2020 è possibile scrivere a bandotari@comune.venezia.it;

- per informazioni sui debiti Tari/Tares anni 2020 e precedenti, per la sottoscrizione di piani di rateizzazione per il pagamento di tali debiti o per informazioni su contenziosi in essere, è possibile scrivere al seguente indirizzo mail: gestione.credito@gruppoveritas.it oppure telefonare allo 041 7293800 dal lunedì al giovedì alle 8.30 alle 12.30 e dalle 14.30 alle 16.30 e il venerdì dalle 8.30 alle 12.30.

 

Per accedere per l’accettazione del contributo, clicca qui.